Avvisi e moniti caccarelliani

Risultati immagini per parassiti dei polli

Dovrebbe essere un uomo saggio, ma invece è un uomo e basta, anzi, anche su quello ci sono forti dubbi…

https://tg24.sky.it/politica/2019/03/12/mattarella-crisi-climatica-globale.html?social=twitter_skytg24

Il presidente della Repubblica ci ammonisce, come un fulmine a ciel sereno: siamo sull’orlo…

Davvero inqualificabile. Non poteva dircelo prima? Ci lascia arrivare sull’orlo?

Ah già… era impegnato a fare l’apologia dell’immigrazione che non si poteva fermare, a dirci che dovevamo accogliere tutti, aprire i porti, toglierci dai coglioni e donare le nostre case ai negri…

Poi, l’esodo biblico che non si poteva fermare, con quattro ordinanze di Salvini, è stato fermato e allora il “non saggio”, il “non uomo”, il “non presidente degli italiani” se ne viene fuori con questa minchiata, perchè questa è davvero una minchiata, quella della crisi climatica…

Ce l’hanno raccontata dagli anni 70 del secolo scorso, il 900 , quella crisi, con l’innalzamento dei mari di 60 metri e la scomparsa di tutte le zone costiere, col buco dell’ozono, ma sopratutto con le tasse e l’aumento del prezzo per le auto con le caratteristiche anti tutto…

A me ricorda molto un certo tipo di propaganda:

O forse, tuttalpiù una sorta di mossa politica, favorire la nascita o rinascita dei verdi, e direi che noi in Italia abbiamo già dato in quel senso, ma forse non vi ricordate di Pecoraro Scanio…

Una pletora di competenti, ovvio…

Cosi nascerà un movimento europeo verde, in grado di contrastare i populismi con la difesa del bene comune, il pianeta.

Per fermare il cambiamento climatico servono i soldi! I vostri!

Ricordate Monti, quello che ci ha salvato dal default? Il vero progetto era invece questo:

Enrico Giovannini, la gaffe: "Volevamo portare gli italiani alla soglia di povertà"!

Signore e signori, ecco Enrico Giovannini, ex ministro del Lavoro nel governo di Mario Monti. Ospite a SkyTg24, commenta le misure adottate dall’esecutivo Gentiloni sul reddito di inclusione, e spiega: “C’è una grossa differenza tra ciò che avevamo immaginato e quello che si dice sarà il reddito di inclusione, ovvero che nel nostro schema la famiglia e le persone venivano portate alla soglia di povertà“. Una gaffe, insomma. O forse un lapsus. Di sicuro, l’ex ministro ha affermato chiaro e tondo che Monti aveva un obiettivo: affamare le persone portandole alla soglia di povertà.

FONTE: LIBERO QUOTIDIANO

Vedete? E’ sempre lo stesso schema: prima dichiarare una emergenza che non c’è, come l’epidemia di morbillo a Londra dove erano morti diecimilamilioni di miliardi di persone, per applicare il decreto Lorenzin, che a mio modesto parere andrebbe lapidata, poi fare leggi che favoriscono qualcuno, nel caso dei vaccini la Glaxo, nel caso del cambiamento climatico le auto elettriche e altre minchiate similari…

Come vedete, non si parla mai di piantare dieci miliardi di alberi, si parla d’altro, di cazzate, pronunciate da non uomini, ma da parassiti.

Che ne dite invece di un grande movimento antiparassitario?

Di Franco Remondina (Dodicesima.com)

3 risposte a “Avvisi e moniti caccarelliani”

  1. Ahahaha meravigliosa l’idea del movimento antiparassitario!
    E’ proprio il punto essenziale della nostra situazione, quando dico nostra intendo a livello di intera umanità..
    Avevo cominciato a vederla dall’Italia, ma poi mi si è allargato il campo a includere l’Europa dove stiamo pure peggio, poi considerando i grandi sistemi che ci opprimono ho abbracciato tutto il mondo conosciuto.
    Antiparassitari di tutto mondo, UNIAMOCI!!!

  2. Zero emozioni e “schiacciare” i parassiti con zero emozioni.

    Zero emozioni e “schiacciare” i parassiti con zero emozioni.

    Zero emozioni e “schiacciare” i parassiti con zero emozioni
    Zero emozioni e “schiacciare” i parassiti con zero emozioni

    Zero emozioni e “schiacciare” i parassiti con zero emozioni
    Zero emozioni e “schiacciare” i parassiti con zero emozioni
    Zero emozioni e “schiacciare” i parassiti con zero emozioni

    😐 😐 😐

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *