SINISTRA CHI?

Ieri sera ero curioso di vedere la “iper rosicata” dei nemici del popolo italiano, su La7!
Missione compiuta! Sono andati oltre ogni aspettativa!
E’ inutile, sono inarrivabili. Martina, il “segretario reggente” del PD… Un vero mentecatto intellettivo, mi ha ricordato questo:

UN GALOPPINO!
Ho il sospetto che nemmeno lui capisca quel che dice, assemblando termini a random, disassociandoli dal significato e dal contesto. Criticava il discorso di Conte, per partito preso, giudicandolo: Pieno di luoghi comuni.
Quali comuni? Quali luoghi? Ci sono anche i municipi? E dentro i comuni, c’è appoesa la foto dell’attuale “attentatore della Costituzione”? 
Martina chi?
Quello che andava a protestare contro la richiesta di impeachment contro Mattarella, quando invece Mattarella dava l’incarico di governo a quelli che avevano ritirato la proposta?
Martina chi?
Ma oltre a lui, c’erano altri alfieri della sinistra, Cacciari, per esempio…
Un “filosofo”…  Rispettato a sinistra da tutti, in studio, credo sia intervenuto come opzione nucleare..
Risultato? Una mezza sega intellettiva! Se questa è l’opzione nucleare della sinistra, un petardo carnevalesco, si può dire che la demagogia dell’uguaglianza è arrivata alla fine.
Cacciari, è incapace di intendere e di volere! Questa è l’amara conclusione.
Filosofia? Ma l’ asciamo perdere. ( Stefano, ti diffido dal dirmi che ho scritto L apostrofo)
Ancorato a etichette storiche come destra e sinistra, come fascismo, accusa il popolo di fascismo , lui, con la puzza sotto il naso, vede con fastidio ogni rivendicazione popolare.
Ha paura di perdere gli amici ricchi, cretini, che pendono dalle sue labbra e lo remunerano con la fama di intelligente e con i soldini sotratti a quel popolo che adesso lui schifa con aggettivi insulsi.
Cacciari? La senti questa voce? Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
Marco Damilano de l’Espresso? Un vero cronista dell’assurdo e dell’imbecillità a senso unico: contro gli italiani.
Poi quel Giannini di Repubblica … Sprizzava bile da ogni poro.
Questo Giannini è un caso umano disperato, la sua vita è tutta una preoccupazione sul “debito pubblico”, sui “creditori del padre di famiglia”, ogni volta va a finire li.
Il discorso di Conte è stato una discontinuità intollerata da questi servi della finanza, da questi “liberi pensatori”, che non hanno mai dedicato una trasmissione contro Israele e i massacri dei palestinesi.
Sono “liberi pensatori” solo in un senso: contro i popoli.
Sono a libro paga, lo dicono i fatti, sono al servizio di altri poteri, non del popolo.
Conte ha citato Dostoevskij? Vuoi mettere Renzi? Lui ha citato Gigliola Cinquetti…
Questi sono davvero grotteschi…

Voglio che risuoni il nome di Mor e Modou uccisi da un italiano razzista a Firenze in risposta a chi ha detto che “La pacchia è finita”. Al ministro dell’interno parlo da padre a padre. I figli ci ascoltano. Non possiamo permetterci di creare un clima incendiario.

Sono per la pacchia degli altri, gli italiani devono morire.
Niente accenno a Pamela Mastropietro assassinatam squartata da tre nigeriani, che ne hanno mangiato parti del corpo. Meglio i cannibali africani che gli italiani…
Quello è il nome che doveva risuonare in quell’aula! E’ il paralamento del popolo italiano, fino a prova contraria!

     

Di Franco Remondina (Dodicesima.com)

Una risposta a “SINISTRA CHI?”

  1. La chiarezza quando è tale è mitica.
    L’uso dell’Intelligenza non è da tutti.
    I miti vivono in eterno.
    Grazie Frank!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *