Come al solito…

Da greatgameindia.com

Come gli Stati Uniti hanno addestrato la squadra d’assalto colombiana per l’assassinio del presidente haitiano Jovenel Moïse

traduzione

Mentre l’indagine sull’omicidio di Moïse si svolge, gli Stati Uniti stanno gettando le basi per dispiegare truppe ad Haiti per la quarta volta in 106 anni, su richiesta di una figura che ha lavorato per decenni.

di Dan Cohen

Come gli Stati Uniti hanno addestrato la squadra d'assalto colombiana per l'assassinio del presidente haitiano Jovenel Moïse

Mentre lo shock attanaglia l’isola caraibica di Haiti in seguito all’assassinio del presidente Jovenel Moïse, il governo haitiano ha condotto una campagna per arrestare i sospetti che ritiene responsabili dell’omicidio.

Il direttore della polizia nazionale haitiana Leon Charles ha annunciato in una conferenza stampa che la squadra assassina che ha ucciso Moise è composta da 28 stranieri, tra cui due haitiani-americani e 26 cittadini colombiani. Quindici di questi colombiani sono stati arrestati mentre tre sono stati uccisi in uno scontro a fuoco e otto rimangono latitanti. Il ministro della Difesa colombiano Diego Molano ha  ammesso  che alcuni dei colombiani sono militari in pensione. Tra loro ci sono almeno un soldato pluridecorato che ha ricevuto addestramento dagli Stati Uniti e un altro che è stato implicato nell’omicidio di civili colombiani.

Legami con gli oligarchi

Gli haitiani-americani sono stati identificati come James Solages, 35 anni, e Joseph Vincent, 55. Solages vive a Fort Lauderdale dove è CEO di EJS Maintenance & Repair e gestisce un gruppo no-profit, il cui  sito web  da allora è stato ripulito delle informazioni . Prima di trasferirsi in Florida, ha vissuto nella città costiera haitiana meridionale di Jacmel.

Secondo  per  il Washington Post , profilo Facebook Solages’, che da allora è stato rimosso, lui indicato come il comandante in capo delle guardie del corpo per l’Ambasciata del Canada a Haiti. L’ambasciata canadese ha  confermato  che Solages in precedenza ha lavorato come guardia di sicurezza. Mentre si trovava in Florida, Solages era un “appassionato sostenitore dell’ex presidente Michel Martelly”, il fondatore dell’Haitian Baldheaded Party (PHTK) di Moïse, secondo Tony Jean-Thénor, leader dell’organizzazione popolare Veye Yo a Miami, fondata dal defunto padre Gérard Jean-Juste.

Come gli Stati Uniti hanno addestrato la squadra d'assalto colombiana per l'assassinio del presidente haitiano Jovenel Moïse

L’  Haitian Times ha  riportato che  Solages lavorava anche come guardia di sicurezza sia per Reginald Boulos che per Dimitri Vorbe, due importanti membri della piccola borghesia di Haiti. Sebbene inizialmente amichevoli con lui, entrambi divennero acerrimi avversari di Moïse. Boulos è stato anche un importante sostenitore dei precedenti colpi di stato nel 1991 e nel 2004 contro il presidente Jean-Bertrand Aristide.

La famiglia Boulos è una delle più ricche di Haiti e possiede un’azienda farmaceutica che, nel 1996, è stata responsabile  dell’avvelenamento di  decine di bambini con la sua medicina per la febbre contaminata, alcuni mortalmente. Dalla rivolta nazionale del 6-8 luglio 2018 contro l’aumento dei prezzi del carburante dettato dal FMI, Boulos ha tentato di rifondarsi come una figura popolare e progressista (dopo che uno dei suoi negozi è stato bruciato e saccheggiato), guidando un partito politico chiamato Movimento della Terza Via (MTV).

Vorbe è il direttore esecutivo e vicepresidente di Société Générale d’Énergie SA, una delle più grandi società energetiche private di Haiti che ha avuto un accordo affettuoso per fornire energia alla rete energetica che Moïse ha cercato di rinegoziare dopo il crollo del programma PetroCaribe , in base al quale il Venezuela ha fornito ad Haiti petrolio e credito a basso costo dal 2008 al 2018.

Molti credono che Boulos sia l’autore intellettuale e il finanziatore dell’omicidio di Moïse.

“L’impiego di Solage da parte di Boulos e la centralità dell’operazione sembrano confermare il crescente consenso popolare ad Haiti sul fatto che questo controverso commerciante diventato politico sia stato il principale sostenitore dell’assassinio di Moïse”, ha spiegato il giornalista Kim Ives, continuando:

“Molti fattori hanno indicato il suo coinvolgimento: l’arrivo dei mercenari in nove veicoli Nissan Patrol nuovi di zecca senza targa suggerisce che fossero veicoli provenienti dalla concessionaria Nissan di proprietà di Reginald Boulos. Il popolo haitiano ha già concluso che Boulous era dietro l’assassinio e ha dechouké [sradicato] la concessionaria, Automeca, di sua proprietà.

Assassino colombiano addestrato dagli USA

Mentre gli haitiani-americani, secondo quanto riferito, fungevano da traduttori, i muscoli della squadra degli assassini provenivano dalla Colombia, il principale alleato regionale degli Stati Uniti, che funge da piattaforma per trame di destabilizzazione e cambio di regime nella regione, dal Venezuela all’Ecuador – e ora apparentemente Haiti .

Il membro più importante della squadra d’assalto è Manuel Antonio Grosso Guarín, un ex commando di operazioni speciali di 41 anni che si è ritirato dall’esercito come  membro  del battaglione di fanteria n. 1 Simón Bolívar il 31 dicembre 2019. Secondo il Il quotidiano colombiano  La Semana , Grosso “ha seguito diversi corsi speciali di combattimento, era stato membro delle forze speciali e delle squadre antiguerriglia ed era noto per essere un abile paracadutista che volava in aria senza paura”.

Come gli Stati Uniti hanno addestrato la squadra d'assalto colombiana per l'assassinio del presidente haitiano Jovenel Moïse

Nel 2013, Grosso è stato assegnato al gruppo Urban Anti-Terrorist Special Force, un distaccamento militare segreto d’élite   dedicato alle operazioni antiterrorismo e all’esecuzione di rapimenti e omicidi (eufemisticamente noto come “acquisizione ed eliminazione di obiettivi di alto valore”). Questo ramo dell’esercito ha anche il compito di fornire sicurezza a personaggi VIP dal presidente colombiano ai presidenti degli Stati Uniti Bill Clinton e George Bush.

“Era uno dei più preparati”, ha rimarcato una fonte a  La Semana .

Tra i preparativi di Grosso c’era l’ istruzione di comando speciale   dell’esercito degli Stati Uniti, che fornisce addestramento e armi all’esercito colombiano, una delle forze armate più repressive della regione e che lavora per proteggere gli interessi aziendali internazionali e le rotte del traffico di droga.

“Quanti falsi positivi  (vedi paragrafo seguente) , quanti leader sociali, quanti firmatari dell’accordo di pace, saranno su quest’uomo?” Il senatore colombiano di sinistra Gustavo Bolivar ha commentato su Twitter.https://platform.twitter.com/embed/Tweet.html?creatorScreenName=greatgameindia&dnt=true&embedId=twitter-widget-0&features=eyJ0ZndfZXhwZXJpbWVudHNfY29va2llX2V4cGlyYXRpb24iOnsiYnVja2V0IjoxMjA5NjAwLCJ2ZXJzaW9uIjpudWxsfSwidGZ3X2hvcml6b25fdHdlZXRfZW1iZWRfOTU1NSI6eyJidWNrZXQiOiJodGUiLCJ2ZXJzaW9uIjpudWxsfSwidGZ3X3R3ZWV0X2VtYmVkX2NsaWNrYWJpbGl0eV8xMjEwMiI6eyJidWNrZXQiOiJjb250cm9sIiwidmVyc2lvbiI6bnVsbH19&frame=false&hideCard=false&hideThread=false&id=1413331476251168774&lang=it&origin=https%3A%2F%2Fgreatgameindia.com%2Fus-trained-hit-squad-haiti-president%2F&sessionId=d06cf8bb0ff11a1c522868bf9bab6cf03f63ecc3&siteScreenName=greatgameindia&theme=light&widgetsVersion=82e1070%3A1619632193066&width=550px

Grosso è stato raggiunto da Francisco Eladio Uribe Ochoa, che si era ritirato dall’esercito colombiano nel 2019,  secondo  il quotidiano colombiano  El Tiempo . La moglie di Eladio Uribe ha detto al giornale che era stato indagato per partecipazione all’esecuzione di civili – una pratica nota come “falsi positivi”, in cui l’esercito colombiano ha attirato almeno 6.402 civili, li ha uccisi e li ha vestiti con abiti da guerriglia per per gonfiare il loro numero di uccisioni. Questa pratica raccapricciante ha aiutato i comandanti militari a raggiungere elevate quote di conteggio delle uccisioni stabilite dagli Stati Uniti ed è stata incentivata con una paga bonus e un periodo di ferie per i soldati che hanno effettuato le uccisioni.

Sebbene la moglie di Eladio Uribe abbia affermato che era stato esonerato, il suo nome è apparso in un fascicolo della Giurisdizione Speciale per la Pace, un tribunale formato dall’accordo di pace del 2016, che ha indagato su diverse migliaia di casi di falsi positivi che il governo colombiano non aveva precedentemente ammesso. Eladio Uribe è uno dei due soldati accusati dell’omicidio del 2008 di Luis Carlos Cárdenas nel villaggio di Chorros Blancos nella regione di Antioquia.

Altri presunti membri della squadra di assassini che avrebbero ucciso Moïse includono:

  • Duberney Capador Giraldo , un vice sergente in pensione (ucciso in uno scontro a fuoco ad Haiti)
  • Alejandro Giraldo Zapata
  • John Jairo Ramirez Gómez
  • Víctor Albeiro Piñera

Delle 28 persone in totale che avrebbero partecipato all’assassinio, quattro dei colombiani sono arrivati ​​ad Haiti il ​​6 giugno 2021. Grosso è arrivato nella città dominicana di Punta Cana e ha attraversato il confine terrestre per Haiti due giorni dopo. Le foto mostrano lui e altri sospetti in famosi siti turistici della Repubblica Dominicana.

Come gli Stati Uniti hanno addestrato la squadra d'assalto colombiana per l'assassinio del presidente haitiano Jovenel Moïse

Domande senza risposta e un crescente consenso

Rimangono anche domande sul perché la squadra di sicurezza di Moïse non sia riuscita a proteggerlo e se qualcuno dei suoi membri fosse complice nell’omicidio. Dimitri Herard, capo dell’Unità di sicurezza generale del Palazzo Nazionale, è indagato dal governo degli Stati Uniti per traffico di armi,  secondo  il Center for Economic and Policy Research (CEPR). Sebbene non ci siano prove (ma molte voci) che lo colleghino all’omicidio, “Herard è uno degli individui più responsabili della sicurezza del presidente”.

Mentre il governo haitiano ha identificato quelli che sembrano essere gli assassini di Moïse, non ci sono ancora prove concrete – solo circostanziali – che li colleghino a Boulos e forse anche a Vorbe. Tuttavia, “c’è un consenso crescente sul fatto che Reginald Boulous, per il quale è stato emesso un mandato di arresto la scorsa settimana, abbia pagato per i mercenari”, secondo Ives. “Sembra sempre più evidente che il settore della borghesia haitiana, con cui Jovenel Moïse era in guerra, sia intimamente legato al suo assassinio”.

Mentre l’indagine sull’omicidio di Moïse si svolge, gli Stati Uniti sembrano preparare le basi per schierare truppe ad Haiti su richiesta di una figura che hanno passato decenni a preparare. Secondo  il New York Times , Claude Joseph, che è in lotta contro il dottor Ariel Henry per guidare lo stato haitiano sulla scia dell’assassinio di Moïse, ha chiesto agli Stati Uniti di inviare forze militari per proteggere le infrastrutture chiave, tra cui il porto, l’aeroporto e riserve di benzina. La portavoce della Casa Bianca Jen Psaki ha annunciato che gli Stati Uniti rinforzeranno il personale statunitense ad Haiti con dispiegamenti dell’FBI e del DHS.https://platform.twitter.com/embed/Tweet.html?creatorScreenName=greatgameindia&dnt=true&embedId=twitter-widget-1&features=eyJ0ZndfZXhwZXJpbWVudHNfY29va2llX2V4cGlyYXRpb24iOnsiYnVja2V0IjoxMjA5NjAwLCJ2ZXJzaW9uIjpudWxsfSwidGZ3X2hvcml6b25fdHdlZXRfZW1iZWRfOTU1NSI6eyJidWNrZXQiOiJodGUiLCJ2ZXJzaW9uIjpudWxsfSwidGZ3X3R3ZWV0X2VtYmVkX2NsaWNrYWJpbGl0eV8xMjEwMiI6eyJidWNrZXQiOiJjb250cm9sIiwidmVyc2lvbiI6bnVsbH19&frame=false&hideCard=false&hideThread=false&id=1411684545687138309&lang=it&origin=https%3A%2F%2Fgreatgameindia.com%2Fus-trained-hit-squad-haiti-president%2F&sessionId=d06cf8bb0ff11a1c522868bf9bab6cf03f63ecc3&siteScreenName=greatgameindia&theme=light&widgetsVersion=82e1070%3A1619632193066&width=550px

Joseph è una risorsa degli Stati Uniti e del loro braccio di cambio di regime, il National Endowment For Democracy. I cablogrammi di Wikileaks hanno  rivelato  che è venuto alla ribalta per la prima volta nel 2003 come leader di un fronte studentesco generato dal NED chiamato GRAFNEH in vista del colpo di stato contro il presidente Jean-Bertrand Aristide. Ha anche fondato un altro gruppo anti-Aristide finanziato dal NED, l’Iniziativa Citoyenne (Iniziativa dei cittadini). Secondo quanto riportato dalle stazioni radio haitiane, è stato, insieme all’importante ex deputato haitiano Gary Bodeau, uno dei principali assalitori che hanno duramente picchiato il defunto padre Gérard Jean-Juste in una chiesa di Pétionville nel 2005.

Jean-Juste, forse il più importante sostenitore e surrogato dell’allora esiliato presidente in Sudafrica Aristide, era stato falsamente accusato di coinvolgimento nell’uccisione di suo cugino, Jacques Roche, uno scrittore.

“Essenzialmente, abbiamo un burattino americano che chiede al suo burattinaio di invadere Haiti per la quarta volta in poco più di un secolo”, ha concluso Ives. “Ma sia la regione che, soprattutto, il popolo haitiano sono stufi degli interventi militari statunitensi, che sono in gran parte responsabili dell’attuale stato debilitato e critico della nazione sia economicamente che politicamente. Gran parte dei quartieri più oppressi sono ora pesantemente armati e hanno già annunciato una rivoluzione contro gente come Boulos, quindi è probabile che gli invasori guidati dagli Stati Uniti del 2021 affronteranno una resistenza simile a quella emersa contro i marines statunitensi nel 1915 e l’ONU. pacificatori nel 2004, solo più feroci”.

Foto caratteristica | I sospetti nell’assassinio del presidente di Haiti Jovenel Moise vengono mostrati ai media, insieme alle armi e alle attrezzature che presumibilmente avrebbero usato nell’attacco, presso la direzione generale della polizia a Port-au-Prince, Haiti, l’8 luglio 2021. Joseph Odelyn | AP

Dan Cohen  è il corrispondente di Washington DC per Behind The Headlines. Ha prodotto reportage video e dispacci cartacei ampiamente distribuiti da tutta Israele-Palestina. Twitta a @Twitta DanCohen3000 . Questo articolo è stato originariamente pubblicato da MintPressNews .

Di Franco Remondina

Una risposta a “Come al solito…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *