I complottisti hanno sempre visto quel che i cretini non vedevano!

Guardate che, come anticipato da due anni, il vaccino funziona! Eccome se funziona, solo che funziona al contrario, esattamente al contrario, come deve essere letta ogni LORO dichiarazione.
Esemplare quella di Draghi:  “L’appello a non vaccinarsi è un appello a morire. Sostanzialmente è così: non ti vaccini, ti ammali e muori. Oppure: non ti vaccini, contagi, lui o lei muore”. Senza contare il fatto ulteriore che “senza vaccinazione si deve chiudere di nuovo tutto».
“Mi fermo qua…”

Questa è la sua dichiarazione il 22 luglio 2021, cioè oltre 9 mesi fa…

Con il metro suggerito sopra, va letta in questo modo: L’ appello a non vaccinarsi è un appello a vivere. Sostanzialmente è così: ti vaccini, ti ammali e muori. Oppure: non ti vaccini, non contagi, e nessuno muore”. Senza contare il fatto ulteriore che “ con la vaccinazione si deve chiudere di nuovo tutto».

E la conferma che sia cosi arriva ora da tutte le parti:

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S027869152200206X

trad

I vaccini mRNA promuovono la sintesi prolungata della proteina spike SARS-CoV-2.


La proteina spike è neurotossica e altera i meccanismi di riparazione del DNA.


La soppressione delle risposte dell’interferone di tipo I provoca una compromissione dell’immunità innata.


I vaccini mRNA potenzialmente causano un aumento del rischio di malattie infettive e cancro.


L’ottimizzazione del codone si traduce in un mRNA ricco di G che ha effetti complessi imprevedibili.

Astratto
I vaccini mRNA SARS-CoV-2 sono stati immessi sul mercato in risposta alle crisi di salute pubblica di Covid-19. L’utilizzo dei vaccini mRNA nel contesto delle malattie infettive non ha precedenti. Le numerose alterazioni nell’mRNA del vaccino nascondono l’mRNA dalle difese cellulari e promuovono un’emivita biologica più lunga e un’elevata produzione di proteine ​​spike. Tuttavia, la risposta immunitaria al vaccino è molto diversa da quella a un’infezione da SARS-CoV-2. In questo articolo, presentiamo le prove che la vaccinazione induce una profonda compromissione della segnalazione dell’interferone di tipo I , che ha diverse conseguenze negative per la salute umana. Le cellule immunitarie che hanno assorbito le nanoparticelle del vaccino rilasciano in circolazione un gran numero di esosomi contenenti proteine ​​​​spike insieme a microRNA che inducono una risposta di segnalazione nelle cellule riceventi in siti distanti. Identifichiamo anche potenziali profondi disturbi nel controllo regolatorio della sintesi proteica e nella sorveglianza del cancro . Questi disturbi hanno potenzialmente un nesso causale con malattie neurodegenerative , miocardite , trombocitopenia immunitaria, paralisi di Bell, malattie del fegato, ridotta immunità adattativa, ridotta risposta al danno del DNA e genesi di tumori. Mostriamo prove dal database VAERS a sostegno della nostra ipotesi. Riteniamo che una valutazione completa del rischio/beneficio dei vaccini mRNA li metta in dubbio come contributori positivi alla salute pubblica.

Minchia Johnny…
Questi cretini che stavano “con la scienza”, manco la conoscevano la scienza, non la conoscevano due anni fa e non la conoscono neppure ora.
L’Occidente è a maggioranza composto da cretini? La risposta è: EVIDENTEMENTE SI.

Capite che l’avverbio “evidentemente” non lascia margine.
Non è più una opinione, è evidente nei fatti, non una opinione. Sono i fatti!

Immagine


L’attuale “maggioranza di scienziati”, la gente che ha creduto al vairus delle trasmissioni tv, che ha competenze specifiche a una scimmia del Borneo, correva a farsi l’eutanasia, chissà che risate si facevano Draghi e Co…
Se le fanno davvero le risate, anche adesso, col condizionatore…
Ma torniamo alle evidenze:

https://investors.biontech.de/node/11931/html#ic5e06a05a31d4c4491031d3208cef8c2_2806

Usate il traduttore…

Ma ricordate una cosa sola, LORO MENTONO SEMPRE…
E poi la cosa più importante di tutte: la maggioranza ha sempre torto.
E si vede!

Enfatti…

Di Franco Remondina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.