Tenere alto il morale delle truppe!

C’è la propaganda in azione, a mille!
L’imperativo è “Tenere alto il morale delle truppe.
Già…
Del resto il passaparola sta facendo serpeggiare tra le truppe timori grossi, l’esercito dei vaccinati comincia a sentire racconti di persone che muoiono improvvisamente, di gente che pur essendo vaccinata ha il vairus, di gente che diventa cieca, o molte altre patologie.
Cosi, entra in azione a mille la propaganda, per poterla riconoscere, cioè riconoscere le modalità con cui viene rilanciato il messaggio, dovete ragionare sul cosa davvero teme il sistema.
Cosa spaventa il sistema?
Che i vaccinati, in un modo o nell’altro, giungano alla conclusione di essere stati inculati.
Il sistema teme il pentitismo vaccinale.
E’ per questo che compaiono le storie sui pentiti novax.
Per tenere alto il morale delle truppe gli si raccontano storie su gente non vaccinata che finisce in terapia intensiva (come se prima della vaccinazione la gente non finisse in terapia intensiva) e supplica di dargli il vaccino.
Cioè, per tenere alto il morale delle truppe, fanno in modo di far confessare qualcun, qualificandolo come dubbioso del vaccino, qualificandolo nei titoli come novax.
Vedete? Sembrano dire alla truppa, sono loro che si pentono!

E’ solo che le truppe mugugnano!
Perchè poi il bollettino dei morti compare davvero nella quotidianità.
Da notare che nessuno dei grandi media o giornali riporta questo genere di notizie:

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Le truppe devono avere il morale alto!
pensa che sono solo alla seconda dose…
In Israele (mai fidarsi degli ebrei), raccontano i meravigliosi piani per combattere quel che in realtà è causato dalla vaccinazione.
La terza dose!
Ci vuole più vaccinazione per combattere la problematica creata dalla vaccinazione.
Truppa, ascoltate, è il vostro padrone che vi parla…
Su’ col morale!

Ah ah ah ahahaha…

Su’col morale, c’è la terza dose, poi la quarta, poi la quinta…
DOPO LAQUINTA NESSUN MACACO ERA ANCORA VIVO!
Su col morale !!!!!

Di Franco Remondina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.