Fine dell’Occidente!

C’era da spettarselo, l’Occidente è finito!

Non tanto economicamente, forse qualche mese resiste ancora, ma è metafisicamente che l’occidente risulta distrutto.

L’illuminismo è il più grande fallimento metafisico e filosofico della storia dell’umanità.

Certo, è una opinione, che farà inorridire molti, ma è la mia opinione.

Da cosa nasce questo convincimento? Dalla conoscenza peculiare che ho acquisito in termini di processi mentali, a cui si aggiunge la impeccabile capacità di tirare i fili delle “memorie cromosomiche”, e della natura del “passato”.

Troppo difficile per queste elitès o cosiddette tali.

L’emanazione illuministica dei “diritti universali” viola il primo postulato bibblico: crescete e moltiplicatevi. Solo una classe di pensatori sgrammaticati, di autentiche pippe filosofiche, completamente ignari di come funzioni il Sapiens, ha potuto pensare una simile assurdità.

Non esistono diritti universali!

L’unica vera universalità è basata sulla diversità.

Per quale motivo un cinese dovrebbe sentirsi occidentale? Per quale ragione dovrebbe accettare usi, costumi, comportamenti di un africano? Per quali ragioni un occidentale dovrebbe pensare come un arabo o viceversa un arabo debba pensare come un cinese?

Nessun africano può diventare come il bianco, e nessun sudamericano può diventare cinese.

Sembra evidente, anzi talmente evidente da apparire una stronzata, eppure abbiamo dei “pensatori”, che hanno profetizzato e portato avanti una cosa incredibile: la società meticciata come obbiettivo. Jacques Attali è uno di quei mitici pensatori che paiono visionari, lanciati e ispirati da forze sovrannaturali, cosi viene descritto dalla propaganda elitaria, non solo è un’autentico cretino, ma oltre a essere cretino manca assolutamente della conoscenza dei veri fattori che portano e porteranno sempre di più alla nascita di una società antimeticcia.

In un libro di Jacques Martin si parla dell’errore concettuale effettuato dall’Occidente, provate a guardare qui:

Lo stato spirituale invece che lo stato legale!

I cinesi hanno una concezione spirituale di loro stessi, noi abbiamo una concezione materiale di noi stessi. Loro sono una entità come popolo, come specie, noi siamo relegati all’entità individuale.

Solo questo concetto stabilisce il massimo grado del cretinismo intellettivo di Attali e delle elites occidentali.

A seguito di ciò, India, Russia, Turchia, seguono la nuova concezione metafisica che prevede una CIVILTA’ STATO, come lo furono tutte le civiltà dell’antichità, dagli egiziani ai greci e per certi versi anche per Roma.

C’è una cattiva comprensione delle forze che agitano il Sapiens, ma il futuro pensato dai cretini de noantri, inteso come occidentali, dai vari Attali, Casaleggio e compagnia, è il futuro dei cretini e in scala intellettiva verrà sepolto dalla risata della consoscenza.

Quella vera!

Dispiace che i cinesi ce l’abbiano e noi invece abbiamo la conoscenza del cretino!

Di Franco Remondina (Dodicesima.com)

Una risposta a “Fine dell’Occidente!”

  1. Popoli occidentali governati da pochi.
    Popoli che hanno scelto di ignorare e quindi fare gli ignoranti.
    Ignorando si esclude la conoscenza, ma la conoscenza è implicitamente evolutiva.
    All’attuale picco di menzogna si contrappone l’elevato picco di verità. Che cosa si contrapporrà alle masse ignoranti?…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *