Ipotesi?

COVID-19 è una cortina fumogena per la malattia da radiazioni 5G

15 novembre 2020 di Edward Hendrie

Il 5 febbraio, la Diamond Princess è stata imbarcata nel porto di Yokohama nella baia di Tokyo da funzionari sanitari giapponesi. Quei funzionari sanitari hanno dichiarato che a 10 persone a bordo è stato diagnosticato il coronavirus, in seguito noto come COVID-19. La nave è stata messa in quarantena per 14 giorni. Nessuno poteva lasciare la nave durante il periodo di quarantena. Entro 3 giorni ad altri 125 passeggeri è stata diagnosticata la COVID-19). Entro il 13 febbraio, a un totale di 218 persone è stato diagnosticato il COVID-19.

Un fatto poco noto è che la Diamond Princess sfoggiava alcune nuove torri 5G ad alta tecnologia. Un precedente comunicato stampa ha spiegato che “Princess Cruises ha annunciato una nuova dimensione nella sua partnership di connettività con SES e diventerà la prima flotta globale di navi da crociera con accesso anticipato alla rete O3b mPOWER di SES, aumentando l’esperienza della Princess Medallion Class man mano che si espande su tutta la flotta, secondo un comunicato stampa”. Notizie dal settore crocieristico , 3 febbraio 2020.

C’è una connessione tra la rete 5G appena installata sulla nave e i passeggeri colpiti dal coronavirus? Va notato che solo la compagnia di crociera Princess che aveva installato il 5G aveva epidemie di COVID-19. Nel marzo 2020, la Grand Princess ha avuto focolai di COVID-19 prima di attraccare a San Francisco. È stato riferito che la Ruby Princess ha avuto un focolaio di COVID-19 che ha coinvolto 600 passeggeri prima dell’attracco il 19 marzo 2020 a Sydney, in Australia. Tutte queste navi sono navi di classe Medallion con la nuova connettività a torre 5G di O3b mPOWER di SES.

SES spiega sul proprio sito Web che O3b mPOWER è un sistema di segnale satellitare 5G di nuova generazione. 

Insieme alle principali parti interessate e ai partner tecnologici, SES Networks sta portando avanti l’integrazione satellitare nel 5G attraverso la standardizzazione, lo sviluppo tecnologico e le dimostrazioni.

***

SES Networks sta portando avanti l’integrazione satellitare nel 5G attraverso la standardizzazione, lo sviluppo tecnologico e le dimostrazioni.

***

Abbiamo anche investito nel rivoluzionario sistema satellitare di nuova generazione O3b mPOWER, che aumenterà le nostre risorse MEO esistenti con capacità su scala terabit.

Gli studi dimostrano la connessione tra 5G e sintomi di COVID-19

Qual è l’effetto del 5G sull’uomo? La dottoressa Magda Havas, Ph.D, ha cercato di rispondere a questa domanda. Il Dr. Havas “ha confrontato il numero medio di casi, decessi e test per covid-19 per milione di abitanti negli stati con e senza 5G”.

Il Dr. Havas ha scoperto che i test standardizzati per gli stati con e senza 5G erano simili. Ma ha scoperto una vera differenza nei casi COVID-19 per milione di popolazione per quegli stati che hanno implementato il 5G. Il dottor Havas ha scoperto che “i casi di Covid-19 per milione sono superiori del 95% e i decessi per milione di Covid-19 sono più alti del 126% negli stati con 5G”.

Casi Covid-19, decessi e test standardizzati per densità di popolazione (dati per gentile concessione di A. Tsiang).

Uno studio spagnolo ha dimostrato che i paesi con 5G avevano il 220% in più di infezioni da COVID-19 rispetto ai paesi che non avevano implementato il 5G.

“I risultati ottenuti dimostrano una relazione chiara e stretta tra il tasso di infezioni da coronavirus e la posizione dell’antenna 5G”.
“Il caso di San Marino è particolarmente significativo. È stato il primo stato al mondo a installare il 5G e quindi lo stato i cui cittadini sono stati esposti più a lungo alle radiazioni 5G e, con sospetto, il primo stato al mondo con infezioni. La probabilità che ciò accada è di 1 su 37.636”.

In effetti, San Marino è davvero un forte indicatore della colpevolezza del 5G per COVID-19. È stato il primo stato europeo ad adottare la tecnologia 5G e praticamente non aveva regolamenti sul suo utilizzo. In particolare, San Marino ha il più alto incidente per 1.000 abitanti di COVID-19 in Europa. In effetti, il suo tasso è ben 27 volte maggiore del tasso di infezione in Croazia. Perché una differenza così netta tra San Marino e la Croazia? Il motivo è che la Croazia non ha il 5G.

Il 5G spiega l’epidemia di COVID-19 della nave da crociera

Il 5G spiega l’epidemia di COVID-19 sulle navi da crociera Princess? Un ricercatore ha studiato l’epidemia di COVID-19 a bordo della Diamond Princess e ha concluso quanto segue:

Quando i dati di Diamond Princess sono stati confrontati con i controlli, è chiaro che i tassi di morte e infezione di Diamond Princess superano significativamente i tassi di morte e infezione di tutti i dati di controllo. L’uso continuo del 5G può causare potenziali danni alle popolazioni. Per i motivi di cui sopra, questo documento conclude che le radiazioni della tecnologia wireless 5G sono un probabile fattore per causare focolai di Covid-19, ma identifica ancora altre cause che devono ancora essere testate. Si raccomanda ai governi di imporre una moratoria sulla tecnologia wireless 5G fino a quando non sarà dimostrato che questa tecnologia è sicura per l’uomo e l’ambiente.

Diamond Princess intorno al 5 febbraio 2020, attraccata nella baia di Tokyo durante la quarantena COVID-19 (fotografia: Philip Fong/Getty Images)

Wuhan è la città sperimentale della Cina per il 5G

La Cina ha una delle reti 5G più grandi al mondo.  Nel novembre 2019, il governo cinese ha annunciato l’intenzione di coprire la Cina con oltre 130.000 stazioni base 5G.

Wuhan, in Cina, che ha dato il via all’intera presunta pandemia di COVID-19, è stata una delle prime città cinesi ad essere ricoperta di tecnologia 5G. I piani per coprire Wuhan con la larghezza di banda 5G sono stati annunciati nell’aprile 2018. Il governo cinese ha annunciato che “[entro] il 2020, la rete 5G coprirà ogni angolo della città”.

Abbastanza sicuro, al momento giusto, non appena la rete 5G è stata attivata a Wuhan, i cittadini hanno iniziato a cadere come mosche con sintomi che rispecchiavano esattamente i sintomi associati a COVID-19.

In effetti, lo stesso ospedale che ha curato la maggior parte dei pazienti COVID-19 di Wuhan era, a sua volta, immerso nella radiazione elettromagnetica 5G.https://www.youtube.com/embed/vpPOAA1frVY?feature=oembedWuhan, la città sperimentale della Cina per il 5G

Cosa fa il 5G agli esseri umani?

I ricercatori scientifici hanno esaminato la scienza dietro il 5G e i suoi effetti sul corpo umano. Hanno dichiarato:

In questa ricerca, dimostriamo che le onde millimetriche 5G potrebbero essere assorbite da cellule dermatologiche che agiscono come antenne, trasferite ad altre cellule e svolgere il ruolo principale nella produzione di Coronavirus nelle cellule biologiche.

ID. a 1.

I ricercatori hanno spiegato:

Pertanto, le torri di questa tecnologia potrebbero scambiare onde con il DNA all’interno delle cellule e produrre vari tipi di malattie come il COVID-19.

ID. alle 5.

Come avviene? Affermano che “le onde della tecnologia 5G potrebbero attraversare le membrane cellulari e portare alla produzione di COVID-19”. ID . alle 7.

I ricercatori hanno concluso:

In questa ricerca, abbiamo dimostrato che la tecnologia mobile di nuova generazione, come il 5G, potrebbe avere il ruolo principale nella costruzione di vari tipi di virus, come i Coronavirus, all’interno di una cellula.

ID. alle 9.

Questi risultati sorprendenti sono stati accolti con una protesta da parte della più ampia comunità scientifica che ha fatto pressioni sull’editore del documento di ricerca, Journal of Biological Regulators and Homeostatic Agents, per ritirare la pubblicazione del documento, cosa che hanno fatto. Il documento è ora elencato come un documento di ricerca ritirato.

Il documento di ricerca originale può essere scaricato al link sottostante.FIORANELLI-5G-Cause-of-COVID-19 Download


https://www.bitchute.com/embed/zVX6v6aYtUx6/

Di Franco Remondina

2 risposte a “Ipotesi?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *