L’insostenibile leggerezza dell’essere… corrotti&coglioni

Questa veterinaria, che viene spacciata per virologa, è una che è davvero stata coinvolta in “traffico di virus”, una corruttrice, prende per il culo gli imbecilli che credono alla “pandemia della Tv”.
Il vaccino fa miracoli, in due mesi ne usciamo!

"Il virus è solo all'inizio delle sue varianti". L'allarme di Ilaria #Capua sul cosiddetto "ceppo virale Arlecchino" #Omicron

https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/32148165/covid-ilaria-capua-nuovo-lockdown-vi-dico-come-stanno-cose.html

Originally tweeted by Quotidiano Libero (@Libero_official) on 24 June 2022.

E’ sicuramente attendibile, per il semplice fatto che appare in tv!
“Lo ha detto la Tv” è ragione sufficiente e necessaria a rendere vera ogni menzogna?
I fatti dicono di si!
Su questo il teatrino della “circonvenzione d’incapace” trae la forza necessaria per fare affermazioni contraddittorie e renderle vere.
E’ un processo ipnotico!
Bisogna dire che, da osservatori competenti, stavolta avranno un mezzo risultato.
Usano un nome che è di per sè stesso una presa per il culo evidente: Arlecchino!

Il ceppo Arlecchino… poi Pulcinella, Balanzone, Gianduia etc etc…
La cosa interessante è il ceppo!
E’ la testa di questa veterinaria che dovrebbe cadere da quel ceppo! Come molte altre teste.
Al momento i dati ufficiali parlano di 1334000, un milione trecentotrentaquattromila reazioni avverse e oltre 11000 morti.
Sottostimati di almeno 3 volte.

Basta guardare le cronache locali…
Quando mai è accaduta la moria che si legge quest’anno?

Eppure questa va a dire che siamo all’inizio?
Quindi sta affermando che fino ad oggi hanno solo presi quasi tutti per il culo facendo trivaccinare milioni di persone con un siero che non serve a un cazzo?

E quella merda di giornale che è Libero, pubblica sta roba?
Siamo ancora nella tipologia di reato del “procurato allarme”, ma a che serve? Abbiamo visto come la Magistratura sia essa stessa espressione di consorteria massonica invece che a difesa dello Stato di Diritto.
Lo stato dell’insostenibile leggerezza dell’essere coglione, porta sempre, come nel libro di Kundera, alla morte!

Già lo si vede…
Hanno preso per il culo i coglionazzi, i sudditi del dio TV, ma loro mica se ne accorgono.

Di Franco Remondina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.