Lo hanno fatto apposta!

A che punto è l’evoluzione degli eventi?
Bisogna intendersi sul termine eventi, riguardo a cosa? La propaganda occidentale nasconde ogni cosa, non si riesce a scindere i settori.
Ricordo a tutti che questa è una faglia di rottura economica, senza capire che siamo arrivati a un punto critico di ordine monetario, nessuna analisi diventa logica, anzi si trasforma in una analisi ideo-logica.
Riassumiamo quindi gli “eventi” slegati dall’ ideo-logica sperando di essere chiari…

Con la crisi dei mutui subprime nel 2007, è successo qualcosa, i primi scricchiolii nella piramide del debito.
Esistendo una sola valuta di riserva mondiale, il dollaro, è chiaro che ci sia una piramide debitoria espressa in dollari.
Sono tutti indebitati in dollari.
Non capire questo semplice fatto, ha portato molti a pensare che il dollaro potesse crollare, invece non è successo. Colpa del debito espresso in dollari.
Se il dollaro crolla, crolla il mondo intero.
Non so se vi è chiaro, comunque è cosi. La guerra è solo una opzione sul tavolo, ma il problema si è acuito e di molto per il fatto che i debitori si stanno coalizzando in una sorta di class action, contro tale fallimento.
Cina, Russia, India, Iran, Brasile, Messico e decine di stati comprendono questa cosa, il debito va cancellato.
Profeticamente hanno capito che una sola valuta di riserva mondiale è sbagliata perchè a intervalli ciclici il mondo intero sarebbe soggetto a crolli devastanti. Senza soluzione di continuità!
Ecco quindi la nbecessità di coalizzarsi contro il ricatto attuato da chi ha il “privilegio” di stampare dollari dal nulla.
Questo è l’incipit, ma la loro analisi è pragmatica, cioè conosce praticamente come è il gioco…

Esiste un mercato obbligazionario per raccogliere capitali: tu mi dai X e io ti do un rendimento Y in cambio dopo Z periodo di tempo. Il concetto è semplice ed è stato utilizzato dai governi nel corso della storia per generare denaro. I cittadini investono nel governo e il governo dà loro un tasso di rendimento garantito. Se il governo ha bisogno di denaro, il rendimento AUMENTA per rendere l’obbligazione più attraente. Se i tempi sono buoni e il governo non ha bisogno di soldi, il RENDIMENTO rimane basso.

Fin qui tutto bene, ma ormai non è più cosi.
Il primo segnale che non era più cosi, sono stati i famosi QE, erano spacciati per “alleggerimento quantitativo”, ma non vi dicevano cosa e chi avesse bisogno di essere alleggerito, beh, il debitore.
Facciamo un esempio adeguato…

Nel 2014, la Banca centrale europea ha fatto la mossa senza precedenti di imporre tassi di interesse NEGATIVI alla BCE. In vari momenti negli ultimi 8 anni i mercati obbligazionari membri dell’UE hanno avuto tassi NEGATIVi. Ci sono stati vari momenti durante il 2019-2021 in cui gli Stati Uniti sono stati l’UNICO mercato obbligazionario del mondo occidentale a NON produrre rendimenti negativi sui titoli di stato.

Cosa succede quando quel rendimento diventa negativo come ha fatto la BCE? Succede che comunichi un messaggio particolare, costringi gli altri a scappare con i capitali dalle tue obbligazioni perché i tuoi rendimenti non hanno più alcun senso logico.

Come individuo, ti rendi conto di aver PERSO il tuo tasso di rendimento garantito con i mercati obbligazionari della tua nazione, quindi cosa fai? Ti muovi verso le obbligazioni americane che continuano a produrre QUALCOSA! L’investitore straniero valuta o sa che i mercati americani sono i più sicuri del mondo intero.
E’ per questo motivo che la BCE ha fatto il QE, per spingere il mondo a indebitarsi in dollari!
Non è stato il mercato, è stato fatto apposta. Col senno di poi, avevano in mente di proclamarsi “PADRONI DELL’INTERO MONDO”.
Per mezzo della piramide di debito in dollari.

Quindi i soldi vanno nei mercati americani… immobili, azioni, obbligazioni, in DOLLARI.

Come investitore straniero non fa differenza per te quale sia il tenore di vita per l’americano medio. Non fa differenza per te che i loro mercati non riflettano più il quadro economico della loro nazione. Stai solo proteggendo il tuo capitale e il modo in cui sta facendo l’americano medio non ha alcuna reale influenza sul tuo investimento. Tutti i motivi riguardanti la posizione US, l’esercitoUS, la FEd, Wall Street e la forza della valuta non cambiano indipendentemente da come sta andando il consumatore americano.

Quando la BCE è diventata negativa, l’USDX (grafico del dollaro) era a 80. Nel 2018 l’USDX era a 90. Oggi sembra che chiuderà a 108, la chiusura più alta per il dollaro dall’estate del 2002.

Nonostante il numero record di dollari stampato negli ultimi 10 anni ha fatto ZERO DIFFERENZA al valore del dollaro stesso. In effetti il ​​dollaro è aumentato del 35% negli ultimi 10 anni!

Rileggi: IL DOLLARO È SALITO DEL 35% NEGLI ULTIMI 10 ANNI! Quanti articoli avete letto riguardo a “Il dollaro sta morendo” negli Ultimi dieci anni? Tutta questa gente NON sono riuscite a capire gli US si basano su una sola merce e esportano dollari a livello mondiale. Questo ha permesso agli US di continuare a stampare senza preoccuparci di un crollo del valore del dollaro stesso. Fino al 2019…

Poi è successa una cosa nei mercati US, i “pronti contro termine” overnight, cioè i REPO hanno segnalato una rottura.
I REPO sono obbligazioni con la scadenza a un giorno!
Nell’agosto 2019 gli US hanno creato una crisi monetaria.

Lo hanno fatto apposta!

Hanno dovuto creare una crisi perché la DOMANDA DI DOLLARI era troppo intensa.

La decisione è stata presa nell’agosto del 2019 per ripristinare il sistema, la domanda di dollari era così incredibile che stava facendo crollare l’euro. Ottobre 2019 abbiamo l’evento 201: la nostra simulazione covid. Entro dicembre il COVID sta facendo notizia. Entro marzo locdown cosi hanno potuto creare il 40% di valuta in più.

Era tutta una farsa per creare i dollari di cui avevano bisogno!

TUTTO QUESTO è stato fatto per iniettare dollari nel sistema monetario globale. Ecco quanto è seria la domanda di dollari! Queste persone erano letteralmente disposte a distruggere l’economia globale solo per trovare una ragione per cui DEVONO semplicemente creare tutti quei dollari.
Due anni e mezzo dopo e il dollaro è ancora più forte nonostante la creazione di valuta che la Fed ha intrapreso quando è iniziato il covid.
Cosi si sono sbagliati tutti?
Gli insider, gli alternativi, hanno sbagliato ogni previsione?

La Fed credeva che se l’inflazione fosse andata fuori controllo a causa delle azioni intraprese nel marzo 2020, avrebbe semplicemente aumentato i tassi e sgonfiato le bolle degli asset, portando deflazione ai prezzi degli asset e prevenendo un collasso iperinflazionistico.

La Fed ha intrapreso questa modalità più di un anno fa con il rendimento su una nota a 10 anni intorno allo 0,7%.

Oggi la resa è di circa il 3,75% e le bolle non sono scoppiate. Abbiamo avuto ritiri, ma non in relazione all’aumento dei tassi.

In effetti, stiamo sperimentando un’iperinflazione nei mercati energetici che sta causando un’iperinflazione in tutto il resto. Non importa cosa dicono i tassi di interesse o il dollaro, l’ENERGIA sta guidando l’iperinflazione. La Fed non può controllarlo!

Il punto in cui la Fed ha sbagliato è che non ha capito che questo non è più il 1980. In uno scenario tipico aumenterebbero i tassi e il consumatore ripagherebbe i debiti – distruggendo dollari – e porterebbe deflazione. Oggi il GOVERNO US detiene la GRANDE maggioranza del debito – NON IL CONSUMATORE – quindi l’aumento delle tariffe NON farà NULLA per impedire al Governo di spendere. Continueranno semplicemente a prendere in prestito a prescindere dal tasso. Potrebbe essere del 20% e il governo US NON smetterà di spendere. Questo è il motivo per cui l’aumento dei tassi per sgonfiare i prezzi degli asset NON FUNZIONA PIÙ.

Oh si certo, gli indici, il dollar index USDX fino a 108…

Quello che non si aspettavano era che la nuova amministrazione provocasse un casino nei mercati energetici globali per le proprie ragioni politiche.

La combinazione dell’amministrazione Biden che distrugge i mercati energetici – con alternative ZERO – combinata con il fatto che il governo detiene tutto il debito ora – non il consumatore – ha creato una situazione in cui i tassi in aumento FANNO ZERO DIFFERENZA PER L’INFLAZIONE E IN REALTA’ PEGGIORERANNO!

Ecco perché TUTTI stanno iniziando ad andare nel panico!

Il dollaro sta aumentando, i tassi stanno aumentando, il mercato sta aumentando, il settore immobiliare sta aumentando, l’energia sta aumentando, il cibo sta aumentando, fuori dal loro controllo e l’aumento dei tassi non lo fermerà! Non hanno idea di cosa fare se non continuare ad aumentare i tassi nella speranza che fermi l’inflazione.

Lo hanno fatto apposta!
La loro “Agenda”…
Russia e Cina – le nazioni BRICS e quelle alleate con loro – hanno notato cosa sta succedendo, hanno capito il piano e non gli pare sia un buon piano per loro.

Sono i veri produttori di merce, non accettano più la carta con la scritta dollaro. Il WEF è deciso a distruggere i loro mercati energetici e i BRICS si rifiutano di accettarlo. I BRICS riconoscono che il gioco è finito e quindi sono passati all’inevitabile conclusione del gioco: LA GUERRA.

I russi hanno fatto la loro mossa in Ucraina e in questo momento i cinesi si stanno preparando per un’invasione di Taiwan e del Mar Cinese Meridionale (forse anche di più). Questi blocchi in Cina riguardano la conversione della loro economia in una macchina da guerra senza che la gente se ne accorga…

Russi e cinesi si rendono conto che la partita è finita e ora si preparano alla prossima fase. La Russia è entrata per prima così l’America e l’Europa si sarebbero impantanate su un fronte, poi il secondo fronte verrà aperto dalla Cina questo autunno.

Lo hanno fatto apposta, ma…

Di Franco Remondina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.