Ma…ma… allora era per i soldi?

Tutta una serie di minchiate, pretesti, solo per i soldi.

Altro che misericordia, carità, umanità, accoglienza…

C’è da fare una “seria” restrizione alla legislazione sull’associazionismo, va vietato ogni aiuto ai “soli stranieri”. Cioè , come per altre cose, prima vengono gli italiani.

Non è una questione razzista, è che sono i soldi degli italiani.

Per far finire una volta per tutte sta stronzata dell’ “accoglienza imposta” da una piccola minoranza sulla stragrande maggioranza, bisognerebbe fare una consultazione popolare.

La comunità è ormai stanca e arrabbiata. Non è possibile alcuna integrazione. Ci sono i continenti a dimostrarlo. E’ la storia dell’antropologia a dimostrarlo. Inegri stanno in Africa, i latinos in sudamarica, i cinesi in cina i Russi in russia, gli arabi in medioriente.

Ognuno ha la sua zona antropologica di competenza.

Imporre l’immigrazione, l’accoglienza obbligatoria, non rende possibile alcuna integrazione.

I motivi profondi sono dovuti nientemeno che a come siamo fatti. Sono le memorie.

Facciamolo sta consultazione, cosi, “democraticamente” si capisce una volta per tutte e per tutti che cosa vogliamo. Perchè anche quelli che non vanno in tv, anche quelli che non sono presidenti della repubblica, anche quelli che non hanno la veste bianca per nascondere il marciume che davvero c’è oltre le chiacchiere, anche noi, che non siamo massoni, che non veniamo pagati da Soros, che non siamo succubi degli ebrei, anche noi, siamo in quei “tutti”.

Anche noi, ci siamo!


«31 Quando il Figlio dell’uomo verrà nella sua gloria, e tutti gli angeli con lui, siederà sul trono della sua gloria.
 32Davanti a lui verranno radunati tutti i popoli. Egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dalle capre, 33e porrà le pecore alla sua destra e le capre alla sinistra. 34Allora il re dirà a quelli che saranno alla sua destra: “Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo, 35perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, 36nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi”.

Questo è il passo che citano per imporci l’obbligo di accogliere!

Una interpretazione riguardo agli immigrati è semplicemente e ferocemente blasfema. Cambiare il senso dei vangeli è un’atto criminale, che mostra come ormai il ruolo delle religioni è passato.

Il figlio dell’uomo glorificato è il soggetto, non un patetico fiancheggiatore di pedofili a dire quello che dice.

Non l’accoglienza per lucro, ma l’accoglienza dell’ideale di noi, va praticata!


23Gesù allora disse ai suoi discepoli: «In verità io vi dico: difficilmente un ricco entrerà nel regno dei cieli. 24Ve lo ripeto: è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio». 25A queste parole i discepoli rimasero molto stupiti e dicevano: «Allora, chi può essere salvato?». 26Gesù li guardò e disse: «Questo è impossibile agli uomini, ma a Dio tutto è possibile».

E ancora:

31Perciò io vi dico: qualunque peccato e bestemmia verrà perdonata agli uomini, ma la bestemmia contro lo Spirito non verrà perdonata. 32A chi parlerà contro il Figlio dell’uomo, sarà perdonato; ma a chi parlerà contro lo Spirito Santo, non sarà perdonato, né in questo mondo né in quello futuro.

21Non chiunque mi dice: “Signore, Signore”, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli. 22In quel giorno molti mi diranno: “Signore, Signore, non abbiamo forse profetato nel tuo nome? E nel tuo nome non abbiamo forse scacciato demòni? E nel tuo nome non abbiamo forse compiuto molti prodigi?”. 23Ma allora io dichiarerò loro: “Non vi ho mai conosciuti. Allontanatevi da me, voi che operate l’iniquità!”».

Mt 11 In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli: «Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; sono venuto a portare non pace, ma spada. Sono infatti venuto a separare l’uomo da suo padre e la figlia da sua madre e la nuora da sua suocera; e nemici dell’uomo saranno quelli della sua casa.

Ma loro, che ne sanno?

Di Franco Remondina (Dodicesima.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *