masnada italiana

La realtà supera la fantasia…

Lo si vede a livello planetario, ma in Italia quel che si vede è eclatante: una “masnada di parassiti”, vuole vivere di rendita, alle spalle della collettività.

Ci sono dentro tutti, presidente della repubblica, la Confndustria, i concessionari di monopoli, quelli di licenze televisive, i giornali, i giornalisti, i sindacati, i magistrati…

Vivono alle spalle del popolo italiano, è per questo che si sono incazzati quando non hanno votato per “loro”.

La situazione è quindi “drammatica” per la loro presenza stessa.

Remano fortemente CONTRO l’interesse dell’Italia, inetsa come popolo italiano, per difendere la loro “rendita”.

Più di tutti i discorsi, conta il resoconto dei dati, questi:

Lo faccio con dei tweet di questo trader, guado77, che mi piacerebbe conoscere personalmente, per la competenza, la capacità d’analisi e il disincanto intelligente, con cui coglie esattamente “COSA DOVREBBE ESSERE FATTO, RISPETTO A QUEL CHE INVECE SI FA”.

….e guarda un po’ con il “FATE PRESTO” del 2011/12 chi c’ha guadagnato!?! .. gain facili sui BTP(>30mld €), interessi attivi sui BTP (>400mld €) nuove riserve donate dalla (100 mld €)…nonostante tutto non basta (NPL&costi del personale)..FATE TABULA RASA DEI PARASSITI

…quindi se volete essere davvero un governo del cambiamento, riprendetevi il MEF e la vostra banca centrale nazionale, fate piazza pulita di questi parassiti, nazionalizzate dove necessario ed elargite prestiti massivi alle PMI italiane…altrimenti sarete solo come gli altri!

E’ l’amara verità: fanno i loro sporchi interessi ai danni nostri.
Poichè ci sono al governo delle autentiche mezzeseghe, per la maggior parte “oneste”, ma ugualmente mezzeseghe, credo che non si possa andare lontano.
Il M5S è “ostaggio” di quattro infami e Salvini è ostaggio di Giorgietti…
E’ il momento di “CREARE MONETA”, coi miniBot, con qualunque mezzo, non farlo produce esclusivamente l’interesse di quelli citati sopra.
Schiantiamoci, ma per “colpa nostra” o salviamoci ma per “merito nostro”.
Di Franco Remondina (Dodicesima.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *