ODIATORI INCALLITI, PSYndacalisti… GUARDIANI DELL’IMPOSSIBILITA’!

Sindacalisti? No, psyndacalisti!
Ragazzi che roba… dove cazzo sono stati in questi anni? Alla scuola di canto?
Questo imbecille, ha imparato a cantare “Ciao bella”, deve essere cosi, perchè “capisce all’incontrario”. Cosi, ha giudicato “di sinistra” il Job Act, le trattenute iperboliche in busta paga, l’aumento dell’ età pensionabile, deve aver considerato un successo della sua lotta partigiana, la “svalutazione dei salari”.
Infatti , che sia un Psyndacalista, uno da cura psichiatrica, pare certo. 
Ciao bella, oh ciao bella, ciao ciao, una mattina, mi son svegliato e ho trovato l’invasor… Solo che lui non si mai svegliato negli ultimi trent’anni…
Poi, una mattina gli è venuta questa ispirazione!
Canterò una canzone… di quelle della resistenza, contro l’invasor… Mica si è accorto che c’è pieni di negri, l’invasor è Salvini, che difende gli italiani.
Il Psyndacalismo, che roba, che progressista!
Fra un attimo, la tendenza di questi “partigiani” si evolverà da ” meno male che ancora ho il posto di lavoro”, a “dovete lavorare gratis”…
Che lotta dura, una lotta di resistenza contro l’invasor… contro il fascismo, contro …
L’intelligenza?
E’ quel che si vede ogni dove in tv. Minchia, sempre le stesse facce in ogni trasmissione politica, sempre e solo quella parola: fascismo:
L’unico valore rimasto: la lotta al fascismo.
Hanno re-suscitato un cadavere come Mughini… lo hanno fatto con una seduta spiritica? Uno che da vivo già non aveva nulla da dire, figuratevi nella versione ectoplasmatica…
Ha fatto la sua brava figura di merda anche spiriticamente.
Ma forse stiamo arrivando al cambio della colonna sonora, forse è quella canzone li a dover essere dichiarata anti italiana, qualcuno deve pur dirlo.
Una canzone di “dis-onore”, la canzone di quelli che hanno sputato contro “altri italiani” e continuano a farlo.
http://criminidellaresistenza.blogspot.com/2018/05/il-tribunale-dellaia-accusa-i.html
Tutta quella resistenza, mica l’hanno fatta. Hanno, questo si, regolato conti, conti personali con chi la pensava diversamente.
La retorica della propaganda anti fascista è solo quel che è: falsa, ipocrita, revisionistica.
Hanno ucciso e ucciso e ucciso italiani, non stranieri! Anche dopo la fine della guerra!
Per loro la guerra al fascismo non termina mai.
C’è un giornalista di “sinistra”, si chiama Pansa. Ha scritto libri sulla resistenza, li ha scritti cercando di essere un cronista, raccontando i fatti…
Nella sua tesi di laurea, tenuta nel 1957, un tomo di oltre 500 pagine Gianpaolo Pansa, con nomi date e quant’altro, fornisce un quadro da Jack lo squartatore  della resistenza, altro che eroi…
http://criminidellaresistenza.blogspot.com/2016/04/il-film-il-segreto-di-antonello-belluco.html
E’ da allora che ce la portiamo addosso sta resistenza… ci mette uno contro l’altro, solo che se sei partigiano, l’altro lo puoi uccidere, sei autorizzato eticamente. E’ il principio che fa e farà crollare ogni convivenza civile, è l’odio, l’invidia, l’incapacità di mostrare il mondo che immagini tu, nei fatti, non con le chiacchiere!
Il mondo dei nuovi e vecchi partigiani è il mondo delle chiacchiere e della “realizzazione futura”, perchè adesso non si può!
Sono loro a far si che non si possa, sono i guardiani dell’impossibilità di fare.
Forse bisogna intonare un’altra canzone, la Canzone del Piave, dove lo stramiero e chi collabora con lui, va cacciato.
L’Italia non è mai stata partigiana, e gli italiani sono solo italiani… 
Ciao bella, ooh , che fai? Non saluti?
Ti sei accorta che vado a combattere l’invasor?
Minchia se me ne sono accorta… infermiereeee…
Di Franco Remondina (Dodicesima.com)

3 risposte a “ODIATORI INCALLITI, PSYndacalisti… GUARDIANI DELL’IMPOSSIBILITA’!”

  1. Ci sono partigiani e partigiani,
    c’è la propaganda e la propaganda, ma da qui affermare che i partigiani sono tutti deliquenti e i fascisti non abbiano fatto niente è pura “partigianeria”. C’è stata una guerra civile e qualcuno, come al solito, se ne è approfittato per fare gli affari suoi, commettendo delitti dalla parte dei vincenti, è sempre successo in tutte le guerre. Se fosse successo l’inverso, cioè se avessero vinto i repubblichini, chi mi assicura che non sarebbe successo di peggio? Parlo per aver vissuto nei racconti di mio nonno, le paure, le tensioni, il dolore. Mio nonno scappava dai rastellamenti facisti e per non essere fucialato come disertore, per non coinvolgere la famiglia, i figli, nascondendosi a casa, ha imbracciato il fucile per sopravvivere, diventando partigiano. Dopo la fine della guerra non ha ucciso nessuno, non ha rubato ed è emigrato perchè, nel Veneto, causa l’ostracismo della curia, se eri stato partigiano eri considerato comunista e non trovavi lavoro. Poi se un sindacalista Brindisino che non ha mai visto la lotta partigiana, alla presenza di Salvini, canta “Bella Ciao” è un idiota a prescindere. Anche il PD si definisce di sinistra ma i fatti stanno altrove…non sputerei sentenze di condanna su persone ormai tutte morte, erano altri contesti, persone lontane anni luce dagli odierni fighetti e politically correct “antifascisti”.

  2. La resistenza si ricava dal rapporto tra la tensione e la corrente…
    Vista da quest’angolazione, forse racconta qualcosa di più… 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *