Una domanda dal sito Zerohedge..

https://www.zerohedge.com/political/if-impeachment-fails-will-elite-crash-economy-prevent-four-more-years-trump

Ormai è estremamente ovvio che l’élite globale odia assolutamente Donald Trump. Nessun presidente nella storia degli Stati Uniti ha affrontato un assalto così implacabile da parte dei media corporativi, e ci sono stati tentativi di sabotare la sua presidenza ad ogni turno. Miracolosamente, Trump è sopravvissuto a tutti questi attacchi finora, ma ora lo spettro dell’impeachment incombe sulla sua amministrazione. I democratici hanno una solida maggioranza nella Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, stanno lavorando rapidamente alla stesura di articoli di impeachment e sperano davvero che Trump venga impeached entro il giorno di Natale. Ma per far rimuovere Trump dalla carica, saranno necessari 67 voti al Senato, e in questo momento i democratici controllano solo 47 di questi seggi. Sarebbe sempre stato difficile per i democratici convincere 20 repubblicani al Senato ad attivare Trump, ma hanno pasticciato così tanto questo processo che potrebbero non finire per ottenerne affatto.

Questo scenario diventerà ancora più probabile se i repubblicani della Camera si uniranno solidamente alle spalle di Trump, e a questo punto anche il Washington Post sta ammettendo che esiste una possibilità “che non un singolo repubblicano della Camera” voterà per gli articoli di impeachment …

WTF è l’impeachment ?!
I repubblicani congressuali stanno attaccando con il loro leader di partito di fronte a migliaia di pagine di prove che mostrano che il presidente Trump ha sfruttato la politica estera per favori politici, aumentando la possibilità che nessun singolo repubblicano della Camera voterà per la sua impeachment.

Ovviamente ci vorrà solo una semplice maggioranza per mettere in discussione Trump alla Camera, e i democratici saranno in grado di farlo senza alcun problema, ma sembra che lo sforzo di rimuovere Trump sarà completamente morto quando arriverà al Senato.

Sì, le cose potrebbero ancora cambiare e questa è una situazione molto fluida, ma allo stato attuale sembra che Trump sia al sicuro.

Quindi cosa faranno le élite se l’impeachment fallisce?

Stanno affrontando la prospettiva che Trump potrebbe effettivamente vincere di nuovo nel 2020, e ciò significherebbe che rimarrebbe alla Casa Bianca fino al gennaio 2025.

Per molti tra le élite, tale scenario deve essere evitato a tutti i costi. E il modo più rapido per convincere il pubblico ad accendere qualsiasi presidente è che l’economia si sgretoli.

Questo è uno dei motivi per cui alcune voci di spicco sulla sinistra hanno apertamente desiderato una recessione. Ad esempio, controlla cosa ha detto Bill Maher non molto tempo fa …

“Dico da circa due anni che spero che ci sia una recessione e che la gente si arrabbi con me”, ha detto Maher, un miliardario che probabilmente sarebbe ben isolato da una crisi finanziaria.

“Sto solo dicendo che possiamo sopravvivere a una recessione”, ha continuato. “Ne abbiamo avuti 47. Ne abbiamo avuto uno ogni volta che c’è un presidente repubblicano! Non durano per sempre, sai cosa dura per sempre? Spazzando via le specie! “

Maher desidera letteralmente dolore economico per oltre 300 milioni di americani solo per evitare altri quattro anni di Trump.

Ecco come sono ossessionati alcuni di questi radicali nel liberarsi di Trump.

E senza dubbio, la performance dell’economia potrebbe essere il tallone d’Achille di Trump. Ogni volta che esce una buona notizia economica, se ne prende vivamente il merito e ha pubblicamente avvertito che ci sarebbe un crollo economico se un democratico vincesse nel 2020 …

Il presidente Donald Trump ha predetto il destino se non fosse stato rieletto nel 2020, dicendo che l’economia si sarebbe “schiantata” come durante la Grande Depressione.

In un tweet di mercoledì mattina, il presidente ha definito “pagliacci” il campo affollato di sfidanti democratici e ha confrontato le prospettive di una di loro vincere al crollo del mercato azionario del 1929.

Anche se molti democratici di Wall Street odiano assolutamente Trump, è innegabile che siano riusciti molto bene mentre era alla Casa Bianca. In effetti, solo tre presidenti hanno visto la performance del mercato azionario migliore durante i loro primi tre anni in carica …

La performance del mercato azionario nei primi tre anni dall’elezione di Trump, quindi, è al quarto posto tra i 14 presidenti eletti da Herbert Hoover. È piuttosto buono! Vale la pena notare, tuttavia, che non c’è molto che lo separa da John F. Kennedy, Bill Clinton e George H.W. Cespuglio. Una brutta settimana o due, e potrebbe facilmente cadere all’ottavo posto. D’altra parte, cadere al nono richiederebbe un po ‘di lavoro, così come raggiungere Dwight Eisenhower per il terzo. In termini letterali, darei alla performance del mercato dopo l’elezione di Trump una solida B.

Ma cosa succede se il mercato azionario crolla e l’economia americana precipita in una profonda recessione nel 2020?

Bene, proprio come Trump ha ottenuto credito per le cose buone che sono successe negli ultimi anni, avrebbe anche la colpa se le cose andassero davvero male.

Ovviamente non sarebbe giusto, perché la verità è che la Federal Reserve ha in effetti molta più influenza sull’andamento dell’economia e sull’andamento del mercato azionario rispetto al presidente.

Ma il grande pubblico non capisce queste cose.

Quando le cose iniziano davvero a sfaldarsi, le persone incolperanno chiunque si trovi alla Casa Bianca, e poiché Trump era così ansioso di prendersi il merito quando le cose andavano bene, non avrebbe alcun modo di evitare la colpa quando le cose peggiorassero gravemente.

Quindi l’élite globale ricorrerebbe davvero all ‘”opzione nucleare” per far crollare l’economia al fine di impedire a Trump di vincere le prossime elezioni?

Non lo sai mai, ma è del tutto possibile. Oggi, il debito è la linfa vitale della nostra economia, e se le grandi banche iniziassero a inasprire il flusso del credito, questo inizierebbe a rallentare immediatamente la nostra economia. E come ho notato ieri, stiamo già iniziando a vedere le banche negare prestiti agli agricoltori nel mezzo del paese su base diffusa. Più stretto diventano i finanziatori con i loro soldi, peggio che la nostra economia farà, e questo è qualcosa che dovremmo guardare da vicino.

Anche il mercato azionario è un potenziale punto di infiammabilità. In questo momento, gli addetti ai lavori stanno vendendo i loro titoli “al ritmo più veloce degli ultimi due decenni” e le valutazioni sono ridicolmente gonfiate. Le aziende che perdono enormi quantità di denaro ogni anno valgono miliardi di dollari e il mercato è in crescita da così tanto tempo che la maggior parte degli investitori si sono completamente dimenticati del 2008. Ma a un certo punto questa sciarada sta per crollare , e non ci vorrebbe molto di una “spinta” per farlo accadere.

C’è una bolla ancora più grande nel mercato obbligazionario. Oggi, ci sono 188 trilioni di dollari di debito nel sistema finanziario globale, e quelli ai vertici della catena alimentare economica controllano gran parte di quel debito. Potrebbe essere possibile che siano disposti a scatenare un po ‘di caos per raggiungere i loro obiettivi politici?

Non credo che l’élite globale voglia davvero attraversare una grave crisi, ma a questo punto per molti di loro praticamente qualsiasi cosa è preferibile a altri quattro anni di Trump.

Siamo a meno di due mesi dal 2020, e credo davvero che sarà l’anno più caotico che nessuno di noi abbia visto da molto tempo.

Ci sono molte persone molto potenti che sono assolutamente determinate a impedire a Trump di vincere le prossime elezioni, e sarebbero disposti a fare qualsiasi cosa per farlo accadere.

Di Franco Remondina (Dodicesima.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *