VERBI MODALI

Come vi dico sempre, la verità ultima è che c’è una cosa che distingue la gente:

I VERBI MODALI!

Sono ESSERE e AVERE…

 

Massima solidarietà al procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, da parte di tutto il Ministero per le minacce ricevute. Chiederei agli esponenti politici, almeno in questi casi, di evitare strumentalizzazioni.

Questo è ESSERE…

Ci vuole tempo, bisogna aspettare…

Notate all’inizio, quando dice “altrettanto” in maniera errata? Poi si corregge, ma è un ministro “ma anche-ista”.

Se uno lo sente parlare gli cadono  le palle…

Poi

Ah ah ah ah… vuole l’approvazione della UE!

Ridicolo! Ma questo è  sempre il primo dei due verbi: Essere.

“La vostra richiesta di onestà è arrivata forte e chiara ed è stata trascritta nero su bianco sul contratto di Governo. Ce l’abbiamo fatta perché il messaggio che arriva da quel contratto sul tema della giustizia è chiarissimo, nelle misure di anticorruzione che parlano ai corrotti ma parlano ancor più chiaramente ai cittadini onesti e dicono che lo Stato è dalla vostra parte.

La nostra stella polare è la Costituzione che dice che la giustizia è amministrata in nome del Popolo e nel farlo parlerò con i giudici, con gli avvocati e i cancellieri, con tutti i cittadini che la mattina si alzano e cercano di contribuire perché la giustizia possa funzionare, ma non dimenticherò mai di guardare alla giustizia attraverso gli occhi di ogni cittadino, quel cittadino che deve entrare in un tribunale e capire che la legge è veramente uguale per tutti.”

Poi invece, manda quel tweet ad un magistrato politicizzato PD come Patronaggio?

E la faccenda delle sentenze?

https://www.corriere.it/politica/18_luglio_06/pressing-salvini-caso-fondi-bonafede-sentenze-si-rispettano-fafa0318-8093-11e8-841c-47290107a48c.shtml

Vi ricordate Enzo Tortora? Finito in carcere per colpa di un pentito, ma innocente?

Le sentenze si rispettano, ma il giudice e i magistrati devono, loro per primi, agire e sentenziare coerentemente con la stella polare di Bonafede: la Costituzione.

Ho il sospetto che Bonafede non la conosca, anzi ne sono certo.

Sei il Ministro di Grazia e Giustizia da quasi quattro mesi e non hyai mandato una sola ispezione nelle procure che giornalmente lasciano uscire immigrati che delinquono…

Anche questo è “Essere”…

Parlare a vanvera, documentarsi sui giornali invece che sugli atti, anche questo è “Essere”…

Lo vede il primo verdo modale dei due questo specchietto?

Da dove salta fuori la cifra dei 49 milioni? Inoltre, lo sa che erano erogati in base a una legge? http://leg16.camera.it/561?appro=903

Tale legge venne abrogata e la nuova legge vide proprio la Lega votare contro, come lo stesso M5S.

Forse Bonafede non riesce a capire… L’hanno capito tutti, ma lui, Fico, Di Battista, l’Essere modale di alcuni italiani prevale.

Sono quelli che ti parlano di “diritti” di “uguaglianza”, di solidarietà” di “libertà”, quelli li che usano quel verbo modale “essere”.

Vogliono che anche tu abbia in uso quel verbo modale!

Si, ma Essere cosa?

Qppure Avere cosa?

I coglioni ragazzi, i coglioni!

 

 

Di Franco Remondina (Dodicesima.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *