AUTODIFESA dell’Italia

Inutile che ascoltiate i tg o leggiate i giornali pro Ue sono mesi che rompono con “Cosa pensano i mercati”
Il problema è che l’Italia non è la Grecia!
Senza Italia “no party”, nel senso che per loro la festa è finita. I fessi italiani, che hanno “REGALATO” oltre 72 miliardi di euro alla UE, per farsi rompere i coglioni e farsi fregare i soldi da questa gente, da ubriconi alcoolizzati come Junker, hanno detto basta.
Ovviamente tutti a biascicare di Einaudi, ma a sproposito e assolutamente fuori contesto.
L’Italia di Einaudi non è l’Italia di oggi.
Istituzionalmente parlando intendo.
Einaudi era un economista, un pensatore, aveva per cosi dire, una qualità intellettiva superiore a quella delle mezze seghe attuali, pensava “motu proprio”.
Non è cosa da poco, pensava e immaginava il futuro dell’Italia e per l’Italia, Mattarella citandolo a sproposito, immagina un futuro per l’Italia in cui il popolo italiano deve sottostare ai dictat franco-tedeschi.
Prima, non affidando l’incarico a Salvini e poi auspicando un governo M5S-PD, poi, telefonando a destra e a manca per far ritornare in campo Berlusconi, cui il giudice a ridato la “candidabilità”.
Un modo di agire pericolosamente vicino all’articolo 90 della Costituzione:
Il Presidente della Repubblica non è responsabile degli atti compiuti nell’esercizio delle sue funzioni, tranne che per alto tradimento o per attentato alla Costituzione. In tali casi è messo in stato di accusa dal Parlamento in seduta comune [cfr. art. 55 c.2], a maggioranza assoluta dei suoi membri [cfr. artt.  
Nessuno che lo dica?
Fare l’interesse dello straniero e cedere la propria sovranità a un potere extraitalico è un atto di tradimento?
Si, lo è!
La sovranità appartiene al popolo che lo esercita nei modi e tempi previsti dalla Costituzione!
Quali? Dovete notare la sequenza temporale inclusa negli Articoli della Costituzione
Art 91 Il Presidente della Repubblica, prima di assumere le sue funzioni, presta giuramento di fedeltà alla Repubblica e di osservanza della Costituzione dinanzi al Parlamento in seduta comune [cfr. art. 55 c.2].
Notate l’avverbio di tempo in neretto? E’ una sequenza temporale!
Cosi, c’è un “prima” e un “dopo”, negli eventi descritti…
Articolo 92. Il Governo della Repubblica è composto del Presidente del Consiglio e dei Ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei Ministri. Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri e, su proposta di questo, i Ministri.
Allora, siete capaci a leggere?
IL GOVERNO E’ COMPOSTO… significa “prima”
Si parte da questo, non dal Presidente della Repubblica!!!!
Cioè, una volta composto il governo, il Presidente della Repubblica, DOPO,  ufficializza alla nazione il governo cosi come è venuto fuori dal Parlamento.
Se Mattarella annuncia che “non è un notaio”, sta dicendo qualcosa di non costituzionale.
La sequenza temporale dell’ articolo 91 è chiara e netta: a lui è concesso di vidimare il governo che si è formato in Parlamento.
OGNI INTERPREAZIONE DIVERSA E’ PRETESTUOSA!
Il governo M5S-Lega è quindi una necessità, anzi , una sorta di AUTODIFESA ISTITUZIONALE.
Non importa quale sia il contratto di governo, una cosa sola importa, CHE SIA FATTO, A QUALUNQUE COSTO!
Non è il momento delle differenze, è un momento epocale, POSSIAMO TORNARE PADRONI DEL NOSTRO DESTINO.
I mercati? Sono solo un falso fantasmatico, inventato da quella parte istituzionale corrotta e venduta a poteri sovranazionali che la Costituzione aveva previsto ci potessero essere, con l’articolo 91.
Il PD con Renzi lo ha persino dichiarato!
Perchè la magistratura, i giudici, non hanno battuto ciglio?
Questo fa supporre altro…
  
  
Di Franco Remondina (Dodicesima.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *