DISUGUALITA’ PERMANENTE

Come ripeto da anni, lo scontro in atto è antropologico.
E’ razze contro razze!
E c’è una sola razza che odia tutte le altre: gli ebrei. Nessuno si azzarda a dirlo? Già.. c’è uno stretto legame tra media, università, cinema, politica, sindacati, persino il cattolicesimo con le sue associazioni, è contro i “gentili”.
I “gentili” siamo noi! Tutti, indistintamente sono “gentili”, la divisione del mondo è tra ebrei e gentili.
Se non sei ebreo, puoi essere anche boscimano, indiano, cinese, negro, pellerossa, arabo, caucasico, ma, sei “gentile”.
Adottano la strategia del “dividi et impera”, quella del “Principe” di Macchiavelli.
Ma la faccenda è sempre più seria.
Da noi, se non lo avete capito ve lo spiego, è in atto una operazione di disgregazione della cristianità. Lo si vede da come vengono invertiti i termini di “carità” e ” misericordia”.  Il primo, è stato svilito a tal punto da portarlo al significato di “obbligo”, e il secondo è stato cosi inquinato da averlo portato verso il significato di “dovere”.
Sei obbligato ad accogliere e sei tenuto a “mantenere” e soddisfare i “loro” desideri (di quelli che accogli).
Olltre a questo, c’è una faccenda grave, attraverso l’inganno delle parole, l’Italia deve cessare di esistere. Certo, non avverrà in due mesi, ma ragionando come “razza”, come “popolo eletto”, la scala temporale individuale non conta, i tempi della razza sono altri.
Lo IUS SOLI è uno dei provvedimenti del “dividi et impera”.
Fornisci la cittadinanza a negri e arabi, ebrei, perchè lavorano e producono qui, quindi hanno diritto…. Poi, gli arabi, i negri, gli ebrei che producono qui e che hanno diritto, andranno a votare… Naturalmente si organizzano in movimenti politici, se hanno i numeri, fanno il “Partito”.
Votano quel Partito e finiscono in parlamento. Agli ebrei è già riuscito da mo’ questo gioco, anzi hanno pure comprato un sacco di politici “gentili”, anzi Gentiloni ah ah ah… Non ho resistito… ma è la verità, o devo ricordarvi la visita di Soros a Oni-oni senza preavviso?
Cosi, hai in parlamento un partito che tutela una minoranza razziale. Hai diviso e sovvertito l’ordine dello Stato. Non ci si confronta più su base Costituzionale, ci si confronta su base razziale.
Invece che sui principi ci si confronta sui doveri della maggioranza verso la minoranza.
Sei in trappola!
Invece della condivisione hai la divisione.
L’atto di civiltà di cui si riempiono la bocca gli idioti di sinistra è uno sfanculamento alla socialità costruita sulla “condivisione dell’ugualità”, per favorire una  “sottomissione alla disugualità”.
Loro pretendono da noi quel che noi non pretendiamo da loro.
Vogliono che si rispettino  i loro usi e costumi, le loro tradizioni, ma non si sentono obbligati al rispetto dei nostri usi e delle nostre tradizioni.
L’atto di civiltà della sinistra, si trasforma in pratica in un atteggiamento sub judice da parte dei nuovi cittadini, che ragionano sulla base di usi e costumi che sono intolleranti verso la nostra socialità.
Di che cazzo di civiltà si parla?
Gli ebrei, sono gli inventori del comunismo! Lo hanno inventato apposta, hanno inventato il diritto all’uguaglianza, per finio propri, per usare le razze le une contro le altre, ma a fini propri.
Basta vedere cosa fanno ai palestinesi! Roba da Processo di Norimberga 2.0 …
Cosi, solo se capite che è il dividi et impera, quello che accade oggi e che è accaduto sempre, ti rendi conto di chi è a tuo favore e chi invece è contro di te, senza bisogno di indossare abiti costriti da altri.
Di Franco Remondina (Dodicesima.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *