Insultare Dio, non gli porta bene!

Il bestemmiatore di Roma, l’amico dei migranti, quello che a pelle lo senti che è una merda, quello li che aveva messo su un mercato con tariffe per “stringergli la mano”, quello che ci ammoniva a essere buoni, ad accogliere, quello che citava l’opposto di ciò che è scritto nelle scritture, nei vangeli, estrapolando frasi dal loro contesto, il bestemmiatore argentino…

https://www.huffingtonpost.it/entry/lo-scandalo-londinese-getta-il-vaticano-nel-caos_it_5d9649b2e4b0da7f66239b69

https://www.liberoquotidiano.it/news/italia/13511276/papa-francesco-operazioni-finanziarie-sospette-vaticano-dagospia-ordine-cardinale-angelo-becciu.html

Ma non è solo questo…

Ci sono ulteriori questioni riguardo all’insofferenza che il bestemmiatore e l’ordine dei gesuiti a cui appartiene sollevano nelle “famiglie veneziane”, quelle storiche che comandano il mondo.

E’ dovuto ricorrere alla forza il bestemmiatore…

https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/parolin-troppo-ma-rsquo-vero-che-papa-francesco-vuole-mandare-suo-215434.htm

Che ci sia di mezzo anche qui la scelta “cinese”?

Una volta capito che ormai gli Usa sono persi, che l’UE è persa, la strategia è quella di rivolgersi ai cinesi?

Credo che una volta risolta la questione Netanyauh e i falchi sionisti, gli Usa si rivogeranno a lui, nel senso che bisogna che questo bestemmiatore argentino e il suo ordine parassita che ormai non ne azzecca una, i gesuiti, vengano dichiarati eretici e scomunicati.

Mi aspetto che crepi, volontariamente o no.

Una cosa voglio dire a quelle famiglie veneziane, meglio se ci pensano loro, in caso contrario ci penserà qualcos’altro e non credo che allora gli sarà convenuto.

Il “potere del Principio” lo farà bene e in fretta.

E non ammette ritardi: o con Lui o contro, tertium non datur.

Di Franco Remondina (Dodicesima.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *