La “Prassi” della nuova normalità?

C’è questa prassi, tutte le cariche istituzionali, tutti gl amministratori delegati, tutti i militari che contano, tutti i ministri della sanità, e tutti i primi ministri DEVONO: Dichiararsi positivi al covid.
Fanno quattro dosi e danno notizia che sono positivi al covid?
E’ una balla!
Mica crederete che si siano vaccinati vero?
Infatti, non sono vaccinati!
Lo fanno per far credere agli imbecilli, loro si che sono vaccinati, che è la prassi, succede, anche ai potenti.
Il covid è come l’euro: irreversibile e per tutti!
E’ chiaro che siano telecomandati, sono marionette che quando il burattinaio tira il filo, muovono il braccio o la gamba corrispondente…
Vogliono far passare il messaggio che succede a tutti.
Il problema è che non sono riusciti a vaccinare tutti, per cui hai una prassi per chi si è vaccinato e una diversa prassi per chi non si è vaccinato.
I vaccinati hanno la prassi che il loro sistema immunitario è al collasso, ormai comincia ad attaccare ogni organo del corpo, ormai è diventato evidente.
Cosi, fra poco sorgerà una discrepanza oggettiva, i vaccinati faranno un confronto con il gruppo non vaccinato.
Era ciò che il sistema non voleva che accadesse.

Stanno ancora cercando di tappare la falla nella diga, con le mascherine, con la negazione…

Ma ormai, ci sono cosi tante evidenze di morti, di effetti avversi, di infermità, che la prassi ha subito una mutazione irreversibile!
La prassi è che il vaccino è malattia e morte.
Hai voglia a rassicurare che non sia cosi, che è normale.
Il passaparola, ma sottovoce, per non far sapere a chi non si è vaccinato, che hanno fatto una cazzata, che sono stati inculati da questi miliardari, ministri CEO, scienziati, giornalisti.
Hanno creduto a questi personaggi, che in cambio della dose di cortesia, hanno condannato a morte il resto della gente.
Mors tua vita mea!
E’ la prassi, la loro prassi.
Ecco come è davvero la storia: TI VACCINI, TI AMMALI, MUORI!
Mors tua vita mea!

Di Franco Remondina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.