Se fossi…

 

Di Franco Remondina

Non ve lo fanno capire, i media, cosa sta accadendo! La domanda che uno dovrebbe porsi è: che accade?

Invece da noi l’attenzione mediatica è sempre e solo su Renzi.

Il cazzaro viene sostenuto come un “sol uomo” dai giornalisti tv e carta stampata! Ridicoli.

Sotto il tweet: il nulla!

Tuttavia, la luna di miele è finita. Renzi peggio di Monti?  La percezione della gente è precisamente questa. Ingannàti!

Ministri improponibili come la Madia, la Serracchiani, poi quella Boschi lì, la “top-model con culo basso e cellulite del PD… ma per favore, siamo un popolo così disprezzabile?

Ma questi, sono lì a governare cosa? Sono lì a legiferare per chi? Ogni singolo provvedimento è mirato a tassare la gente che lavora e a detassare i potentati… Carta canta! Trucchi, furbate, codicilli nascosti, la dicono lunga sull’impostazione data dall’attuale esecutivo. Devo ricordarne qualcuno? Naaah… se non li ricordate siete del PD e di quelli che “meno male che Silvio c’è”.

Guardate che le cose che i giornali e le tv vi dicono, hanno mica la funzione di informarvi, le cose che vi dicono hanno la funzione di depistare la vostra attenzione…

Siamo alla resa dei conti? Forse si. È in atto uno tsunami.

In ogni nazione dell’occidente e anche in altre parti la finanza anglogiudea ha, per dirla alla mia maniera:”rotto il C..”. Gli investitori, i fondi, le banche, gli hedge founds, hanno strarotto.

La leva finanziaria del 100 a 1, ha cercato di ammazzare il mondo e il mondo non ne può più.

Abbiamo provato… ma non è andata. Ovunque, la domanda di limitare questa finanza speculativa sale vertiginosamente. Da noi, per ora, non trova eco nei media impegnati a tenere vivo il cadavere di Renzi e il cadavere del PD, mentre Berlusconi neanche usando tutte le televisioni e i giornali del mondo lo puoi tenere vivo.

In generale l’isteria della corsa al quirinale ha questo scopo. Ma, che succede d’altro?

La Svizzera che taglia il Peg, la parità con l’euro a 1.20, rimangiandosi la promessa pronunciata solo tre settimane fa dal governatore della Banca Nazionale Svizzera, di non toccare assolutamente il Peg con l’euro, ha causato il fallimento di svariati hedge founds…

Perchè l’ha fatto? Perchè mettere a rischio la propria credibilità? Per una ragione semplice: sa che l’euro corre il rischio di crollare.

Entro la fine di gennaio Draghi adotterà il QE, almeno così dicono i media, quelli che ho detto sopra. La Germania invece dice che: vedremo!

Non sarei così certo sulla permanenza nell’euro della Germania. Ossessionata dalla iperinflazione della Repubblica di Weimar, il cui ricordo viene tramandato di generazione in generazione, la Germania valuta seriamente l’uscita dall’europa. Avrebbe solo vantaggi!

Conoscendo la “tempra” morale dei tedeschi, mezzo mondo accorrerebbe a depositare soldi lì.

Poichè non è consentito dal mercato di mettere alcun ostacolo alla circolazione delle merci, leggi dazi, che cosa potrà fare l’europa? Questa europa farà come facciamo con l’Islam: chinerà la testa e farà finta di nulla.

Il punto vero è questo. Ci sono nazioni che hanno ancora una identità storica: Germania, Russia, Giappone, Francia, Cina, Brasile…  Nessuna legge del mercato può cancellare questa identità. Noi?  Noi non ce l’abbiamo, anzi dirò di più: non l’abbiamo mai avuta. Per questo siamo il paese dello sceriffo di Nottingham dove sono i poveri a mantenere i ricchi invece di chiedere che siano i ricchi a pagare il giusto.

Non avendo memoria storica come nazione, prevalgono gli interessi individuali o corporativi. Per questo esprimiamo Renzi (capo del PD) e Berlusconi.

Di Franco Remondina (Dodicesima.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *