SONO VENDUTI, RICORDATEVELO!

Non ho sbagliato link, vi sto solo riportando in carreggiata.
Oggi sta andando in scena lo Zelig della politica, sui media, in parlamento, anzi il parlamento è diventato sè stesso, ovvero il “luogo dove si parla”.
Già, ma per parlare non serve capire, infatti non capiscono. Nè i politici, nè la gente. E’ che “non pare esserci vita intelligente in Italia”…
Parlamentari che si informano sui giornali, con cultura politica praticamente zero, con una intelligenza molto vicina al limite inferiore della media del QI (quotint intelligence) italiano.
E’ vero che la politica è l’arte dell’inganno, ma ora siamo arrivati all’opposto dell’inganno, alla verità. In che senso? Che a forza di perpetrare inganni, sono costretti afar emergere la verità: sono venduti.
E’ per questa incapacità a “politicare”, cioè a perseguire con Intelligenza l’inganno, che siamo la macchietta d’europa, mica per altro, Renzi, Gentiloni, Berlusconi Di Maio, sono macchiette, non ve ne siete accorti?
Non appaiono credibili neanche se gli puntano la pistola alla tempia, figuriamoci quando si impettiscono davanti alle telecamere.
La Hit del momento è il taglio dei vitalizi!
Mmmh… che roba…
Badate bene a chi l’ha proposta: il PD.
Ora, quale forza politica lo supporta? Il M5S, sono loro che spingono per il taglio dei vitalizi. Hanno dimostrato negli anni che sono capaci di carpire la fiducia della gente, però essendo macchiette, alla fine partoriscono leggi come la legittima difesa solo dopo il tramonto, lo Ius Soli, abrogano il reato di clandestinità, votano la legge Fornero, il Jobs Act, la legge sulle banche, il mental coach per i Rom….
Cazzo, ti credo che ci sfanculano in tutto il mondo!
Ci hanno fracassato i coglioni che “l’immigrazione non si può fermare”, poi, un generale italiano dice che basta mandare le navi dell’esercito e puff l’immigrazione finisce: http://www.ilgiornale.it/news/politica/cos-lesercito-pu-ostacolare-ong-e-sbarco-immigrati-1423840.html
Come detto, la stampa ha il potere di condizionamento sui nostri politici ignoranti, non vi racconta che l’esercito ha un giuramento da rispettare: difendere i cionfini, e … qualcuno se ne ricorda: https://voxnews.info/2017/07/24/i-4-generali-in-rivolta-contro-governo-fermare-immigrazione/
Pd e M5S, il partito , anzi i partiti leaders nella anti italianità, adsesso provano a fottere ancora di più gli italiani con questa legge del taglio dei vitalizi…
E’ una fregatura? Si, lo è!
Perchè?
Per via del fatto che i tempi della Consulta, il servilismo della magistratura e dei giudici, permettono ogni tipo di vessazione. La politica ha già infranto un dogma de diritto, quello della “retroattività di una legge”, lo ha fatto con la legge Fornero, lo rifà adesso con il decreto sui vaccini, e con i vitalizi.
Se una legge può essere retroattiva, siamo tutti retrocolpevoli e condannabili.
I vitalizzi sono incostituzionali?
Questa è la domanda!
Nessuno se la pone, se l’è mai posta? Perchè?
Interesse personale?
Ecco, se l’interesse personale prevalica l’ interesse nazionale, allora deve essere giudicata incostituzionale la norma approvata politicamente, da parlamenti che hanno messo l’interesse personale davanti all’interesse nazionale. E’ la norma da abolire, non i suoi effetti. 
E, c’è un’altra implicazione: se si tagliano le pensioni perchè sono un “costo”, perchè non tagliare allora il “costo dell’immigrazione” che è di gran lunga più oneroso e devastante a livello di costi e di degrado sociale?
Dulcis in fundo, vale la pens di ricordare che tutti i governi e i provvedimenti legislativi votati dal 2005 in avanti, i trattati firmati dal 2005 in avanti sono legalomente nulli, per effetto dell’incostituzionalità della legge elettorale chiamata “Porcellum”…
Lo dico per inciso, per mostrare quanto sia pericoloso un secondo precedente (il primo è quello della legge Fornero) retroattivo, metti che  ogni pensione diventi un costo, un privilegio, credete che non ve la taglieranno? Sono venduti, ricordatevelo.     
  
Di Franco Remondina (Dodicesima.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *