Una “bella parola”, ma una frase + bella!

L’ultima trovata progressista: quella della nave Vos Thalassa!
Domanda: l’armatore della Vos Thalassa e’ lo stesso che ha dato le navi a Msf sea e a Savechildren IT?
Si, è un armatore progressista! Un armatore immigrazionista Vroon, che ha già affittato navi a Medici Senza Frontiere – la Vos Prudence – e a Save the Children Italia – la Vos Hestia.
E’ il trend immigrazionista, nella società globalizzata risponde alla richiesta di “merci” umane.
Le ONG “agiscono come aziende” e affittano navi.
Solo trent’anni fa, la sinistra mondiale sarebbe insorta, avrebbe occupato i porti, avrebbe preteso la confisca di tali navi “negriere”, oggi invece le plaude.
Forse sono io che rimanendo ancorato all’ idea che le persone non sono merci, sono diventato “fascista”…
La faccenda della Vos Thalassa si arricchisce di contorni nuovi, cioè questi non salpano per fuggire da chissà quali miserie, ma salpano per un “profitto”, per venire ESCLUSIVAMENTE IN EUROPA.
Ho mostrato lo studio in cui ci sono riportate le percentuali di impiego, la maggior parte di questi migranti scappa da nazioni che hanno una percentuale di disoccupazione inferiore a quella dell’Italia.
La faccenda, secondo le agenzie è andata cosi:
La Vos Thalassa, è intervenuta senza autorizzazione nel salvataggio di 66 immigrati, anticipando l’intervento della guardia costiera libica, i clandestini avrebbero minacciato il personale italiano perché temevano di essere riportati in Libia. Lo riferiscono fonti ben informate. Per questo il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli ha parlato di “pericoli” e di “facinorosi” che hanno messo a repentaglio l’equipaggio, e per questo è stata inviata la Diciotti a prelevare gli immigrati.
Il mercantile Vos Thalassa non era li per caso! Fa questo lavoro!
Non più tardi di 24 giorni orsono, aveva “salvato” 212 migranti e anche in quel caso li aveva ceduti alla Diciotti, nave della guardia costiera italiana.
Ho il sospetto che ci sia in atto un pericoloso escamotage per obbligare l’Italia ad accogliere.
Anzi direi che sia certo!
Il giochino della Vos Thalassa, apre pericolose prospettive…
Se a questo si aggiungono le dichiarazioni del ministro della Difesa Trenta:
Forse le sfugge una cosa a questa demente, accoglienza non significa “PERMANENZA”… Cosi come salvare una persona da un naufragio non significa poi accollarti quella persona per tutta la vita in casa tua! L’hai salvato, torni a casa sua!
Capite bene che siamo di fronte a intrallazzi generalizzati sulla nostra pelle, da personaggi che definire traditori degli italiani è quantomeno doveroso.
Il M5S ha storicamente decretato che l’immigrazione non è un problema, lo ha fatto nella passata legislatura votando per l’abolizione del reato di clandestinità, assieme al PD.
Oggi, questo ministro della difesa, dice che “accoglienza è una bella parola”, anche “vai a fare in culo” è una bella frase.
Il contratto di governo, mostra come per loro sia importante il potere, appena arrivatici però mostrano quella incapacità pratica che contraddistingue le mezzeseghe.
Hanno persino avuto paura di criticare i decreto vaccini…
Salvini, sarà rozzo, come dicono loro, ma quelli “non rozzi”, hanno devastato l’Italia.
Nel mio piccolo, avendo votato per il M5S e poi per Salvini, nelle ultime elezioni, sono giunto alla conclusione che forse, sia meglio sospendere questa esperienza.
Naturalmente non adesso, portiamo pazienza ancora un paio di mesi, approviamo almeno il nuovo provvedimento sulla “legittima difesa” e l’abolizione della legge Fornero e senza dubbio la sospensione dei finanziamenti pubblici all’editoria.
Fare un po’ di disoccupati in quel campo è quel che definisco “disoccupazione intelligente”.
Poi, si può ritornare a votare, perchè, non c’è altro da fare, sperare in un Salvini al 42%…
Non ci resta altro. 
Di Franco Remondina (Dodicesima.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *