Concetti o Concetta?

E’ davvero imbarazzante la antilogica con cui si sta agendo al governo.

La dichiarazione: si afferma un principio importante… La salute del paziente viene prima di tutto.
Sarà importante, come dice lei, ma la domanda è: questo principio è vero?
No, anzi, è falso!
La contraddizione è nel termine “paziente”, se da persona diventa “paziente”, allora vuol dire che la salute l’ha già persa. Doveva quindi essere protetto prima!
Ma la cosa sconcertante e davvero da minorati mentali è quell’aspetto misantropico implicito nella dichiarazione.
Il paziente, quindi chi ha già perso la salute, l’ha persa perchè c’è chi non l’ha persa?
Cioè, il medico, che si presume essere sano, visto che cura in ospedale quelli che sono malati, sarebbe un pericolo per il malato?
L’implicazione filosofica è che non esiste e non possa esistere altro che la malattia.
La salute è “non prevista”, quindi da curare come malattia!
Capite bene che questo ministro è l’espressione di qualcosa di terribile a livello di logica.
Non è una questione razzista, o forse lo è?
La discriminazione razziale tra sani e pazienti è sul tavolo!
Il principio è che questa è una cretina, ma forse di più cretina e corrotta!
Cretina, corrotta e mafiosa.
E’ barese, pugliese, meridionica… come Dalema… quello della barca a vela …

Insomma, corrotti, in vendita, disposti a tutto pur di…

Ecco, le cose stanno cosi, ma questa cretina, corrotta, mafiosa, dura minga…

Di Franco Remondina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *